Trova il futuro che fa per te

  • Ristorazione e turismo

Come diventare tour operator e cosa fa l’operatore turistico

  • Tempo di lettura: 9 minuti
  • Lascia un commento

Come diventare tour operator e cosa fa l’operatore turistico

Ami i viaggi e pianificare le tue vacanze nei minimi dettagli? Quando si viaggia sei sempre tu quello che si occupa di creare gli itinerari, prenotare le visite guidate e selezionare i posti in cui mangiare? Scopri come diventare tour operator allora: è proprio il lavoro che fa per te!

Intraprendere questa strada ti darà l’opportunità di organizzare viaggi indimenticabili per chi deciderà di affidarsi a te. Non si tratta di lavorare viaggiando , ma di operare per permettere alle persone di vivere non delle semplici vacanze, ma delle vere e proprie esperienze personalizzate. 

Ma un tour operator cosa fa più nello specifico? Esistono dei corsi di tour operator, per acquisire le competenze necessarie? Insomma, come diventare tour operator e fare dell’organizzazione di viaggi un lavoro a tempo pieno? 

Scoprilo in questo articolo!

Leggi anche: Guida turistica: licenza, mansioni e stipendio

Tour operator cosa fa: la figura professionale

Il tour operator -in italiano operatore turistico – è un’azienda che si occupa della creazione e della vendita di pacchetti turistici . Se ti stai chiedendo cosa sia un pacchetto turistico, si tratta di un insieme di servizi da offrire assemblati al cliente che sta progettando la sua vacanza, in base alle sue esigenze. I pacchetti turistici possono essere all inclusive, per esempio, o comprendere solo alcuni servizi. Per essere definiti tali, però, devono averne almeno due tra: 

  • Alloggio nelle strutture come albergo, residence, b&b…
  • Transfer aeroporto-hotel e viceversa
  • Noleggio auto (con o senza autista)
  • Ristorazione 
  • Biglietti per visite guidate, monumenti, musei, escursioni, eventi…
  • Servizi accessori 

Diventare tour operator significa dunque occuparsi dell’assemblaggio di questi pacchetti turistici. E potrai sia assemblare pacchetti turistici preconfezionati da proporre così come sono ai clienti, sia crearne di totalmente personalizzati per realizzare vacanze su misura delle esigenze di quella specifica persona. 

Probabilmente è proprio questo che fa la differenza tra organizzarsi le vacanze da sé e affidarsi a un tour operator: la capacità di capire ciò di cui abbiamo bisogno. Molto spesso non pensiamo a cosa vogliamo da quella vacanza, e una volta sul posto ci sentiamo spaesati e non preparati. Il tour operator, essendo un esperto di viaggi , sa esattamente come pianificare quei giorni di ferie in modo da trarne divertimento, cultura e relax. E sa costruire delle vacanze perfette a seconda delle specifiche esigenze e preferenze di un cliente, concedendogli il lusso di non doversi preoccupare di nulla. 

Bisogna ricordare che esistono due tipi di operatore turistico: 

  • Tour operator inbound : è colui che organizza pacchetti di viaggio per una determinata destinazione. Di solito si occupa del territorio in cui si trova, ed è quindi un esperto del luogo. In generale, però, un tour operator inbound organizza viaggi per mete che conosce molto bene.
  • Tour operator outbound : al contrario, si tratta di colui che organizza pacchetti di viaggio verso l’estero, ovvero Paesi diversi da quello in cui opera.

Tour operator cosa fa: mansioni

Il concetto a questo punto è chiaro: diventare tour operator significa assemblare pacchetti turistici. Troppo facile, detta così! Il lavoro che c’è dietro comporta tantissimo impegno, oltre che un ottimo livello di conoscenza dei territori a livello fisico e legislativo. 

Fa parte del suo lavoro anche: 

  • Offrire assistenza al cliente : molto spesso si tratta di assistenza 24/7 per tutte le fasi del viaggio, dal pre-partenza al dopo. Per qualsiasi dubbio o imprevisto il cliente deve potersi riferire a te e trovare un riscontro tempestivo. Magari ha aspettato le ferie per un anno intero e qualcosa va storto: è da te che si aspetta una soluzione!
  • Assumersi la responsabilità : secondo il decreto legislativo n.62 del 2018 la responsabilità sui servizi turistici del pacchetto è da ricercare nell’operatore turistico. Significa che anche se non li eroghi tu in prima persona, se causano problemi o non sono come previsto sei considerato tu il responsabile.
  • Consigliare le giuste coperture assicurative , come quella che comprende annullamento del viaggio, smarrimento dei bagagli o problemi di natura medica.
  • Garantisce alta qualità e sicurezza per il viaggio : soprattutto quando si raggiungono certi luoghi del mondo, affidarsi a un tour operator è fondamentale per scongiurare rischi e pericoli.

Differenza tra tour operator e agente di viaggio

In passato abbiamo parlato anche di un’altra figura professionale che si occupa di pianificare viaggi: l’ agente di viaggio , per l’appunto.

Ma c’è differenza tra tour operator e agente di viaggio ? Naturalmente sì. Infatti, questa seconda figura si pone come intermediario tra il tour operator e il cliente , e spesso promuove i pacchetti creati dall’operatore turistico tramite cataloghi e brochure. In passato rivolgersi a un agente di viaggio era l’unico modo per accedere ai servizi di un tour operator: andavi in agenzia e potevi sfogliare i cataloghi dei vari tour operator, con i pacchetti ricchi di servizi e tutto il resto. L’agente di viaggio si occupava degli accordi con il tour operator e faceva quello che oggi puoi fare da solo andando direttamente sul sito di un operatore turistico, per esempio.

Infatti, oggi come oggi i principali tour operator italiani (Alpitour, Veratour, Eden Viaggi…) hanno il proprio sito web su cui puoi andare, visionare i pacchetti e prenotare direttamente. 

Comunque sia ancora oggi quello dell’agente di viaggio è un lavoro appetibile e che può dare tante soddisfazioni. Scopri di più su: Come diventare agente di viaggio, mansioni e stipendio

Come diventare tour operator (operatore turistico)

Ma come diventare operatore turistico? Bene, è arrivato il momento di rispondere a questa domanda. Vediamo nell’ordine i due passaggi necessari per intraprendere la strada del tour operator: 

  • Percorso di studi
  • Apertura dell’attività

Percorso di studi per diventare tour operator

Se stai valutando questa strada ancora prima di iniziare le scuole superiori, allora ti consigliamo di scegliere un i stituto a indirizzo turistico , per entrare già nell’ottica del mondo in cui vorrai lavorare. 

Se però hai già finito le superiori -e hai scelto un altro indirizzo- non fa niente: per diventare tour operator basta il diploma di scuola superiore. Qualunque esso sia. È ovvio che una scuola mirata ti agevoli, ma se non l’hai fatta puoi comunque recuperare le nozioni che ti mancano studiando per conto tuo o seguendo un corso da tour operator . 

Ne esistono diversi, alcuni anche online, e hanno prezzi differenti a seconda dell’ente erogatore. 

Volendo, puoi intraprendere anche un percorso universitario per diventare un tour operator più esperto. Scienze del Turismo o Economia del Turismo sono due corsi ideali per questo, e se studiare non ti basta mai esistono interessanti master per tour operator . Un esempio è il Master Tourism Management di Unicusano, della durata di 1500 ore. 

Un’ultima possibilità che hai è quella di diventare direttore tecnico di agenzia di viaggi e turismo . Per farlo dovrai superare un esame di abilitazione indetto a cadenza biennale e per cui i requisiti variano a seconda della Regione in cui si svolge. Anche per prepararti a questo esame -che ti consigliamo di fare e dopo capirai meglio perché- potrai affidarti a un corso oppure studiare da solo. Una cosa è certa: un libro come “ Il manuale pratico-teorico per l’esame di abilitazione a direttore tecnico dell’agenzia di viaggi ” ti darà una grossa mano. 

Aprire un tour operator: avvio dell’attività

A questo punto per diventare un tour operator a tutti gli effetti non ti resta che avviare la tua attività. Hai tre modi per procedere: 

  • In proprio Naturalmente, aprire un’attività in proprio comporta responsabilità e un grande investimento iniziale . Dovrai pensare all’attrezzatura, al locale, all’iscrizione al registro delle imprese, alla partita IVA… I pensieri -e le spese- sono sicuramente tanti, ma l’attività sarà tua al cento per cento. Sappi che per aprire un tour operator deve esserci almeno un direttore tecnico di agenzia a lavorarci dentro! Se consideri te stesso come unico “dipendente”, allora l’esame di abilitazione è fondamentale. E, oltretutto, superarlo ti dà la possibilità di iscrivere la tua impresa al FIAVET ( Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo ).
  • In franchising Aprire in franchising significa due cose, principalmente. La prima è che puoi cavalcare la fama del marchio e dunque avviare un’impresa con un nome già conosciuto e ritenuto affidabile dai clienti. Invece la seconda è che puoi ridurre di molto i costi , non dovendo pensare a un “tuo” luogo con utenze e tutto il resto. Qui l’investimento sarà sui 30 000€, che è il costo della tassa d’ingresso in un franchising. Dopodiché riceverai formazione, strumenti e supporto per far funzionare l’impresa.
  • Online In ultimo, puoi diventare tour operator online avviando la tua attività sotto forma di sito web, senza un luogo fisico di riferimento. Un po’ come avviare un e-commerce : un negozio online che non è necessariamente il sito di un negozio fisico. Aprendo un tour operator online, naturalmente, abbatti i costi di un affitto . Allo stesso tempo devi investire molto di più nel marketing digitale per fare in modo che la tua azienda acquisisca popolarità e le persone vengano a conoscenza dei servizi che offri.

Competenze e requisiti per diventare un tour operator

Avrai già capito che diventare operatore turistico comporta responsabilità e conoscenze importanti. Insomma, non bastano un diploma e la passione per il viaggio , anche se sono fondamentali: serve di più. 

Ecco alcuni dei requisiti e delle competenze necessarie: 

  • Conoscenza delle lingue straniere : anche se non sei un accompagnatore turistico e quindi non viaggi in prima persona, sarà indispensabile. Un po’ per trattare con le diverse imprese che offrono i servizi dei pacchetti turistici, un po’ per comunicare con clienti e strutture ricettive. Se conosci almeno due lingue straniere sei a cavallo! Ideale imparare l’inglese in primis e una lingua tra spagnolo, francese e tedesco. (Qui il nostro metodo per imparare una lingua in un mese da soli )
  • Capacità di rapportarsi con il pubblico , ma soprattutto con un pubblico esigente! Ed è giusto così: le vacanze arrivano poche volte all’anno, e ci sta desiderare solo il meglio per i propri giorni di ferie. Come un receptionist devi essere paziente, disponibile e sorridente.
  • Conoscenza web marketing : come dicevamo prima, sarà importante conoscere il marketing digitale per spingere la propria attività nella giusta direzione. Saper promuovere i propri servizi, curare la comunicazione social e così via! Puoi studiarlo da solo e pensarci tu, oppure affidarti a figure professionali come copywriter e social media manager .
  • Doti organizzative : come per un event planner , in questo lavoro l’organizzazione è tutto. Dovrai saper pianificare nei minimi dettagli e tutto dovrà essere strategicamente pensato, ogni tessera del puzzle dovrà andare al suo posto. Il risultato? Una vacanza a dir poco perfetta.
  • Conoscenza geografica : e non solo a livello fisico! Conoscere usi e costumi di un posto, regole non scritte sull’abbigliamento, gesti inusuali per noi, diverse legislazioni che possono interessare i turisti, festività locali e cose di questo genere è un grande plus.

Quanto guadagna un tour operator: stipendio

Lavorare nel turismo è sempre un’ottima scelta a livello economico. Si tratta, infatti, di un settore sempre vivo . Anche se può subire dei cali in casi estremi -come la pandemia che abbiamo vissuto-, generalmente le persone amano viaggiare e lo fanno ogni volta che è possibile. 

Detto questo, quanto guadagna un tour operator dipende da tantissimi fattori come: 

  • Tipo di clientela a cui si rivolge
  • Tipo di pacchetti vacanza che propone 
  • Esperienza e notorietà
  • Capacità di promuovere la propria attività
  • Numero di clienti 

E naturalmente anche dalla capacità di rimanere aggiornato sulle tendenze di viaggio ! Proprio come in altri campi (moda, tecnologia, sport…), anche il turismo viene influenzato da delle vere e proprie tendenze. Per diventare un tour operator di successo dovrai saperle individuare e adeguare ad esse la tua offerta , creando dei pacchetti turistici ad hoc . 

Anche scegliere una nicchia -o comunque focalizzarsi su un tipo specifico di viaggi- può essere una carta vincente. Per esempio un’idea potrebbe essere offrire pacchetti in villaggi turistici, oppure viaggi più all’avventura con molte escursioni ed esperienze on the road. 

Insomma, dovrai trovare la tua quadra e mantenerla con costanza. Questo ti permetterà di diventare un vero punto di riferimento per le persone e, di conseguenza, raggiungere guadagni davvero notevoli . 

E così si conclude il nostro articolo: ora sai davvero tutto su come diventare tour operator! Che ne pensi? È o non è la strada giusta per il tuo futuro? Faccelo sapere nei commenti e, se non dovessi essere ancora convinto, continua a leggerci per scoprire tante opportunità lavorative che ancora non avevi considerato. 

Per esempio: Travel blogger o travel creator: come diventarlo

Clicca qui per tornare all’indice 

I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI QUI SOTTO 

  • Come diventare terapista ABA, cosa fa e stipendio Settembre 21, 2023
  • Non ho voglia di fare niente, solo dormire: come uscirne?  Settembre 12, 2023
  • Come diventare manager con e senza laurea  Settembre 6, 2023
  • Come imparare lo spagnolo da autodidatta  Agosto 29, 2023
  • Come diventare sustainability manager, cosa fa e stipendio Agosto 23, 2023

Articoli correlati

Come diventare barman o bartender, corsi e stipendio

Come diventare barman o bartender, corsi e stipendio

Come diventare pasticcere: corso e costi per una vita dolce

Come diventare pasticcere: corso e costi per una vita dolce

Come diventare chef o cuoco: corsi di cucina, stipendio, percorso

Come diventare chef o cuoco: corsi di cucina, stipendio, percorso

Come diventare guida turistica: percorso (2023)

Come diventare guida turistica: percorso (2023)

Lascia un commento annulla risposta.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Privacy Overview

Viaggi Estate

Assistente Turistico: cosa fa e come diventarlo

2 Febbraio 2024 8 Commenti

assistenti turistici lavoro

Quella dell’ assistente turistico è una delle figure più classiche e conosciute tra le professioni del ramo del turismo . E’ quella persona che si occupa sul posto dell’accoglienza e di ogni esigenza del cliente, e può essere presente non solo presso la destinazione di una vacanza, ma anche in occasione di congressi e meeting e, in generale, in ogni altra circostanza nella quale sia richiesta una figura preposta a fare da tramite tra il turista (o l’invitato) e chi ha organizzato il viaggio o l’evento.

In questo articolo, esploreremo dettagliatamente chi è l’assistente turistico, quali sono le sue mansioni, le competenze e abilità richieste per svolgere il lavoro.

La figura dell’assistente turistico

Le mansioni dell’assistente turistico, competenze e abilità richieste, corsi di formazione per assistente turistico, dove cercare lavoro come assistente turistico.

Gli assistenti turistici sono coloro che accolgono i turisti all’arrivo in aeroporto e ne curano il trasferimento presso l’hotel o il villaggio turistico, li assistono nella fasi di check-in e sono presenti “in loco” per tutta la durata del soggiorno, disponibili a risolvere (o almeno per tentare di farlo!) ogni esigenza del cliente.

Se il viaggio è itinerante, ovvero un tour, solitamente accompagnano l’ospite per buona parte del tempo, affiancandosi alle guide turistiche, che sono una figura ben diversa. In poche parole è la figura preposta a che tutto il viaggio si svolga senza intoppi e se ce ne sono, deve cercare di risolverli in modo che il cliente sia, infine, soddisfatto della vacanza.

assistenti turistici lavoro

Per prima cosa, l’assistente turistico ogni settimana, controlla la lista degli arrivi : questa mansione di solito viene svolta a metà settimana in modo da avere il tempo di controllare che tutto sia come deve essere: le camere prenotate devono corrispondere alle richieste dei clienti, devono essere organizzati i transfer e la prima accoglienza all’aeroporto, pianificato ogni minimo dettaglio che renda il cliente felice della sua vacanza.

Inoltre all’assistente turistico viene sempre demandato il compito di proporre ed organizzare le escursioni e le gite nel luogo della vacanza, presentandole, raccogliendo le adesioni ed i relativi pagamenti, e curando i trasferimenti e tutto quello che può servire alla buona riuscita dell’escursione stessa.

Per farlo dovrà essere in grado di fornire ai turisti le informazioni dettagliate su siti turistici, attrazioni, eventi culturali e sportivi, ristoranti, negozi, trasporti pubblici e servizi disponibili nella zona visitata.

In caso di emergenze o imprevisti, l’assistente turistico deve essere in grado di gestire situazioni stressanti come smarrimento dei documenti, incidenti, problemi di salute o situazioni di sicurezza. Può anche fornire traduzioni e interpretazioni per i visitatori che hanno difficoltà con la lingua locale

Per questa mansione dovrà dimostrare spiccate capacità logistiche , in modo da organizzare bene i vari eventi, spesso trasversali rispetto a varie strutture di soggiorno… per cui si renderà necessario, ad esempio, organizzare un pullman che passi a prendere i vari turisti partecipanti in più di un hotel.

Infine l’assistente turistico dovrà organizzare tutto il personale del villaggio, cercare di interfacciarsi tra i clienti e la direzione della struttura e preparare i programmi settimanali di intrattenimento e animazione.

Come diventare assistente turistico

Se volete diventare assistenti turistici , sappiate che non sono richieste particolari abilità o titoli di studio, anche se un diploma di un istituto professionale alberghiero sarebbe indicato, oppure la partecipazione ad un qualche corso di formazione specifico.

Costituiscono quasi sempre titoli preferenziali la conoscenza di alcune lingue straniere , sia per lavorare all’estero che in Italia, dove molti sono i turisti provenienti da tutto il Mondo.

L’inglese è ormai indispensabile ovunque, e soprattutto in tutte quelle località dove la lingua primaria è “difficile” e l’inglese viene correntemente parlato come seconda: stiamo parlando dell’Egitto, delle destinazioni nei mari tropicali, India, nel mondo Arabo, oltre ovviamente ad USA e Inghilterra. Il francese ed il tedesco sono anch’esse lingue molto utili, specialmente quest’ultimo per l’accoglienza ai numerosi turisti dalla Germania in Italia.

Avere una bella presenza non è indispensabile come si potrebbe pensare, ma sicuramente è un requisito gradito e talvolta decisivo. E’ molto importante anche avere sempre modi cordiali ma decisi e spiccate capacità organizzative e, perché no, di improvvisazione, per poter uscire dalle situazioni più disparate che potrebbero venire a crearsi!

Ricordatevi infatti che si tratta di un lavoro strettamente a contatto con le persone , per le quali l’assistente turistico rappresenta la “personificazione” del tour operator prescelto e spesso unico interlocutore, per cui una certa responsabilità del ruolo è presente. Deve, infatti, sapersi adattare rapidamente a situazioni impreviste e gestire lo stress in modo efficace.

Infine, non ci sono età preferite per potersi candidare, anche se la fascia tra più richiesta dalle strutture è quella giovane, dai 20 ai 30 anni. Ovviamente il requisito “obbligatorio” è quello di avere il tempo da poter dedicare a questa attività: di solito sono richiesti periodi medio lunghi intorno ai 3 – 5 mesi.

Ovviamente anche per diventare assistente turistico è necessario seguire qualche corso di formazione : vi aiuterà a capire quali sono le mansioni da svolgere, come svolgere e soprattutto vi insegneranno a porsi al cliente, già dal primo momento in cui lo incontrerete.

Sarà proprio il primo impatto, una delle parti più importanti della vacanza: infatti se il cliente si sentirà subito a proprio agio, avrete già fatto metà dell’opera per renderlo felice.

I corsi di formazione durano dai 4 ai 10 giorni e se avrete già avuto esperienza al riguardo, potrete partecipare a quelli intensivi di qualche ora, giusto per qualche aggiornamento e una bella rinfrescata.

Alcuni istituti di formazione offrono corsi specifici per assistenti turistici che coprono argomenti come geografia turistica, gestione degli itinerari, relazioni con i clienti, lingue straniere, gestione delle emergenze e conoscenze culturali.

Sono davvero molte le agenzie che organizzano corsi di formazione, ma che soprattutto vi aiuteranno a mettervi in contatto con le strutture turistiche. Ecco alcuni contatti a cui potrete rivolgervi per avere le informazioni giuste per iniziare questo lavoro:

  • Stars Be Original : questa agenzia organizza corsi di formazione per assistente turistico, animatori e altre figure del settore

Alla fine della stagione, raccontateci la vostra esperienza come assistente turistico!

Articoli Simili

Agenzie di Lavoro nel turismo

Salve ragazzi, I need help:qualcuno conosce l’agenzia Staff&co???? E’ affidabile e seria????….Grazie in anticipo a todos!!! ^_^

Marco (staff)

Andrea, il tuo sfogo è assolutamente condivisibile, purtroppo la situazione è quella che tu descrivi ed è comune a buona parte dei lavori, non solo quelli in ambito turistico. Secondo me, l’unico modo per uscire dal circolo vizioso è…. buttarsi, iniziare a lavorare subito appena laureati e fare esperienze, anche se inizialmente non ci si sente appagati. Forse sarò troppo ottimista, ma io sono dell’avviso che chi ha capacità, nella vita, alla fine, ha successo.

Io sono neo-laureato in Scienze del Turismo, e per uno come me, appena uscito dall’università, gli unici modi per entrare a far parte del mondo del turismo sono: – Tirocinio in un agenzia di viaggi (perché a meno che non hai una raccomandazione o amici, è raro che si venga assunti) – Partire per fare la stagione estiva

Siccome ho una laurea e ho studiato un minimo, punto a qualcosa di più alto che l’animatore, per questo 2 anni fà quando sono andato la prima volta alla fiera del turismo a torino (Io Lavoro) ho trovato interessante la figura dell’assistente turistico, ovvio, non il lavoro dei miei sogni, ma è una mansione che richiede responsabilità e la conoscenza delle lingue. Non ho mai avuto la possibilità di partire per via degli impegni universitari che si propagavano fino a luglio, quindi quest’anno che ho finito, è mia intenzione partire al più presto possibile.

Chiedevo appunto le possibilità di carriera, perché il turismo è il settore in cui voglio lavorare, certo è che non ho voglia di fare l’assistente turistico a vita, quindi ok la gavetta, ma diciamo che vorrei anche puntare in alto… ma bene o male finché non ci sono dentro è difficile… e oggi come oggi lavorare negli uffici dei tour operator è praticamente impossibile visto che per qualsiasi mansione vogliono almeno 2 anni di esperienza… e qui casca l’asino… – UNO STUDIA PER TROVARE UN BUON LAVORO – PER QUALSIASI LAVORO PERO’, AL GIORNO D’OGGI, CI VUOLE ALMENO 2 ANNI DI ESPERIENZA… – che palle… uno studia una vita e per lavorare ci vuole esperienza – se fai esperienza, non hai le conoscenze didattiche requisite per il lavoro che vuoi….

Ma noi giovani d’oggi che usciamo dall’università… che ci facciamo con laurea?? c’andiamo a pulire i vetri… boh!

Scusa lo sfogo… ma qui la situazione mi sembra davvero sempre più tragica!

Andrea, la tua domanda è molto pertinente e interessante. A mio avviso, le possibilità di fare carriera ci sono sicuramente, anche se non sono illimitate come, ad esempio, in una grande industria. Mi spiego meglio: difficilmente un assistente turistico diventerà il presidente di una multinazionale del turismo, a meno che non diventi imprenditore in proprio, tuttavia, se lavora bene, può aspirare a diventare, ad esempio, capovillaggio. Io ritengo che se sei capace, puoi scalare abbastanza velocemente (due-tre anni) le varie “gerarchie” di livello medio-basso fino ad arrivare ad avere un impiego fisso annuale con uno stipendio decoroso: poi da li inizia la “lotta” per gli incarichi di maggiore responsabilità, più lenta e difficile.

Salve, avrei una domanda da farvi, ma partendo per fare una stagione turistica da assistente turistico… ci sono poi possibilità di carriera?? nel senso, uno all’inizio deve farsi la gavetta, ma vorrei sapere se poi c’è la possibilità di salire di grado nell’ambito del luogo di lavoro o nell’ambito dell’azienda/tour operator per la quale si lavora.

Cordiali saluti

Ila, quelle che segnaliamo qui sul sito fanno selezione sia per l’Estate che per la stagione Invernale. Per l’Estate le possibilità di trovare lavoro sono maggiori, ma ricordati che molte catene di villaggi hanno strutture invernali (sia in montagna che nei mari esotici) con animazione e tutto il resto, per cui una volta entrati “nel giro” non c’è poi troppa distinzione tra Inverno ed Estate.

Buongiorno, sapreste indicarmi alcune aziende che si occupano della selezione di assistenti turistici per la stagione invernale?

Ciao volevo sapere ma l assistente turistico quanto tempo sta via e quanto prende? un’ ultima cosa, parlando con un mio amico, che ha una agenzia di viaggi, mi informava dell’ esistenza di un ruolo specifico, a cui nn saprei che nome dare, se nn “testatore di villaggi”

A quanto ho capito la persona incaricata dovrebbe, fingendosi un cliente, verificare i servizi e le strutture di un determinato villaggio riportandone una recensione completa.

Sapete qualcosa in merito o ho capito male io?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità. I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy. ( * dato richiesto)

Ho letto e accettato la Informativa Privacy *

P.iva

lavorare in un tour operator

Siamo sempre alla ricerca di nuovi talenti che abbiano voglia di crescere e innovare. Creando esperienze indimenticabili attraverso i più noti marchi del panorama turistico italiano: Alpitour , Francorosso , Bravo , Eden Viaggi e Turisanda . Esplora le opportunità lavorative più adatte a te oppure invia una candidatura spontanea e unisciti al nostro viaggio!

lavorare in un tour operator

PERCHÉ CRESCIAMO INSIEME

lavorare in un tour operator

PERCHÈ DIAMO VALORE AL TUO TEMPO

Per garantire un sano equilibrio tra vita lavorativa e privata, mettiamo a disposizione dei nostri collaboratori: • orario lavorativo flessibile; • possibilità di orario part-time; • smart working; • accordi integrativi aziendali., perchè cogliamo le possibilità che il mondo ci offre.

lavorare in un tour operator

PERCHÈ È UN LAVORO (E UN GIOCO) DI SQUADRA

Perchè siamo tra i best employers.

lavorare in un tour operator

Un logo blu e grigio con la scritta "advertising hub".

Come diventare un operatore turistico?

Benvenuti nel mondo vibrante e in continua evoluzione dei viaggi e del turismo! Avete mai sognato di trasformare la vostra passione per l'esplorazione in una fiorente carriera come tour operator?

Se è così, vi aspetta un'avventura entusiasmante! Ma come si fa a passare da un viaggiatore entusiasta a una guida turistica di prestigio, che ha in mano la chiave per esperienze indimenticabili anche a distanza di dieci anni?

In questo blog, ci tufferemo nella saggezza collettiva di esperti del settore turistico, guide esperte e appassionati di viaggi per offrirvi cinque intuizioni fondamentali. Non si tratta di semplici consigli, ma di pepite d'oro di conoscenza , ognuna delle quali offre una prospettiva unica su come eccellere nel mondo del tour operating.

Diventare tour operator è un viaggio emozionante che unisce l'amore per i viaggi alla gioia di condividere le esperienze. Ecco cinque modi fondamentali per intraprendere questa avventura iniziando un tour in proprio.

1. Educare se stessi

lavorare in un tour operator

Imparare a conoscere il settore

Comprendere le dinamiche del settore turistico, comprese le tendenze di viaggio , le preferenze dei clienti e le norme di sicurezza. Considerate la possibilità di frequentare corsi di gestione del turismo o campi correlati. I professionisti del settore sottolineano spesso l'importanza dell'apprendimento continuo e dell'aggiornamento sulle tendenze del turismo.  

Conoscenza locale

Acquisire una conoscenza approfondita delle destinazioni in cui si intende operare. Questo include la storia, la cultura, i punti di riferimento e le gemme nascoste delle destinazioni turistiche più popolari. Gli operatori turistici esperti sottolineano il valore della comprensione della storia e della cultura locale per arricchire l'esperienza del tour.

2. Acquisire esperienza rilevante

lavorare in un tour operator

Lavorare con operatori affermati

Iniziate lavorando per un'azienda turistica esistente. Questa esperienza permette di conoscere gli aspetti operativi dell'azienda e il servizio clienti. Le guide esperte di solito consigliano di iniziare con un piccolo ruolo all'interno di un tour operator o di un'azienda di successo per imparare le regole e comprendere le sfumature del lavoro.

Volontario o stagista

Il volontariato in eventi turistici locali o lo stage in agenzie di viaggio possono fornire una preziosa esperienza pratica. I consigli degli esperti di turismo su includono spesso la ricerca di esperienze diverse, come il volontariato in eventi locali, per costruire un set di competenze a tutto tondo.

3. Sviluppare forti capacità interpersonali

lavorare in un tour operator

Abilità di comunicazione

La comunicazione efficace è fondamentale. Dovete essere in grado di interagire con persone di diversa provenienza e di gestire le dinamiche di gruppo. I blogger e i recensori di viaggi sottolineano spesso l'importanza di una buona comunicazione, osservando che le migliori guide sono quelle che riescono a entrare in contatto con il loro pubblico.

Servizio clienti

Sono essenziali eccellenti capacità di assistenza ai clienti. Dovete essere in grado di gestire in modo professionale le richieste di informazioni, i reclami e le richieste speciali. Chi viaggia spesso racconta di come l'eccellente servizio clienti di un tour operator abbia trasformato un buon viaggio in uno indimenticabile.

4. Creare un piano aziendale

lavorare in un tour operator

Ricerca di mercato

Conducete una ricerca di mercato approfondita per capire il vostro pubblico di riferimento e la concorrenza. I consulenti aziendali di solito sottolineano la necessità di un'accurata ricerca di mercato e di un solido piano finanziario per garantire la sostenibilità e la crescita.

Pianificazione finanziaria

Sviluppare un piano finanziario dettagliato che comprenda i costi di avviamento, le strategie di prezzo e le proiezioni dei ricavi. Gli imprenditori del turismo condividono le loro opinioni sull'importanza di identificare la propria nicchia e di comprendere il proprio mercato di riferimento.

5. Sfruttare la tecnologia e il marketing

lavorare in un tour operator

Presenza online

Costruire una forte presenza online attraverso un sito web professionale, i motori di ricerca, i social media e i forum di viaggio. Gli esperti di marketing digitale sottolineano la necessità di una forte presenza online nel mondo digitale di oggi per attrarre e coinvolgere i clienti.

Collegamento in rete

Create una rete di contatti con agenzie di viaggio, strutture ricettive e imprese locali per creare partnership e opportunità di referral. I professionisti del networking suggeriscono di costruire relazioni all'interno del settore, poiché le partnership e i referral possono essere cruciali per la crescita della vostra attività.

Conclusione

Abbiamo scoperto che l'adozione della tecnologia, l'approfondimento delle conoscenze e l'apprendimento di ciò che serve per essere un tour operator eccellente sono le chiavi per creare un'esperienza di viaggio indimenticabile.

Ricordate che questo percorso è più di una carriera: è una passione per mettere in contatto le persone con i luoghi. Grazie a questi suggerimenti degli esperti, ora siete pronti a intraprendere la vostra avventura di tour operator di successo. Ecco come creare storie e ricordi che durino per tutta la vita. Buona guida! 🌍✨🧳

Domande frequenti

1. quali sono le qualifiche o le certificazioni necessarie per diventare operatore turistico.

Spesso le persone si informano sul percorso formativo o sulle certificazioni specifiche necessarie per intraprendere una carriera nel settore turistico, come lauree in gestione del turismo o licenze di guida locale.

2. Quanto investimento iniziale è necessario per avviare un'attività di tour operating?

Gli aspiranti tour operator chiedono spesso informazioni sull'aspetto finanziario, desiderando conoscere i costi di avviamento che comporta la creazione di una propria attività di tour operating, compresi i diritti di licenza, le licenze commerciali, le spese di marketing e i costi delle attrezzature.

3. Quali sono le migliori strategie di marketing per una nuova attività di tour operating?

Una domanda comune riguarda l'organizzazione del destination management e le strategie di marketing, in cui gli individui cercano consigli su come promuovere efficacemente i loro servizi di tour operating, attirare clienti e costruire una solida base di clienti in un mercato competitivo.

4. Come si inizia a lavorare come tour operator?

L'avvio di un'attività di tour operator richiede diverse fasi e un'attenta pianificazione. Ecco una guida su come iniziare:

  • Piano aziendale : Iniziate a creare un business plan formale che delinei gli obiettivi, il mercato di riferimento, la proposta di vendita unica (USP) e la strategia di marketing.
  • Requisiti legali : Assicurarsi di avere tutte le licenze e i permessi legali necessari per operare nella propria zona. Ciò può includere le licenze commerciali del comune di residenza e l'assicurazione di responsabilità civile.
  • Struttura aziendale : Decidere la struttura giuridica dell'azienda, che sia una ditta individuale, una società di persone, una SRL o una società di capitali.
  • Impostazione finanziaria : Creare un conto bancario aziendale per separare le finanze personali da quelle aziendali. In questo modo la contabilità e la gestione finanziaria saranno più semplici.
  • Scegliere una nicchia : identificare la propria nicchia di tour. Considerate la possibilità di specializzarvi in tipi specifici di tour, come i tour del vino, i tour di lusso o i tour turistici, per distinguervi sul mercato.
  • Proposta di vendita unica (USP) : Sviluppate una USP (unique selling point) convincente che vi distingua dagli altri tour operator. Potrebbe trattarsi di destinazioni uniche, esperienze personalizzate o un eccellente servizio clienti.
  • Marketing : Stabilire una forte presenza online con il proprio sito web e la presenza sui social media. Utilizzate l'email marketing e l'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) per attirare potenziali clienti. Utilizzate piattaforme come TripAdvisor e altre agenzie di viaggio online per ampliare la vostra portata.
  • Sistema di prenotazione : Implementate un sistema di prenotazione online per facilitare le prenotazioni. Investite in un software di prenotazione online in grado di gestire il processo di prenotazione in modo efficiente.
  • Tour manager : assumete tour manager che prestino attenzione a ogni dettaglio, assicurando ai vostri clienti un'esperienza memorabile.
  • Materiali di marketing : Create materiali di marketing che raccontino la storia del vostro marchio e mostrino la vostra proposta di valore. Brochure, foto e video di alta qualità sono strumenti preziosi.
  • Canali di vendita : Esplorate vari canali di vendita, come le agenzie di viaggio, per ampliare la vostra portata. Collaborate con altri tour operator o organizzazioni di gestione delle destinazioni per accedere a nicchie di mercato.
  • Servizio clienti : Concentrarsi sulla fornitura di un servizio clienti eccezionale per garantire la soddisfazione dei clienti che possono diventare clienti abituali.

Ricordate che diventare un tour operator di successo non si ottiene da un giorno all'altro. Richiede dedizione, duro lavoro e preziose conoscenze del settore turistico. Con il tempo, potrete far crescere la vostra attività e affermarvi come un attore di spicco nel settore dei viaggi.

Quali sono i 5 tipi di tour operator?

Gli operatori turistici svolgono un ruolo cruciale nel settore del turismo, offrendo un'ampia gamma di servizi ed esperienze. Ecco cinque tipi di operatori turistici:

  • Tour operator in entrata : Questi operatori sono specializzati nell'organizzazione di tour e servizi per i turisti stranieri che visitano un determinato Paese. Spesso lavorano a stretto contatto con i fornitori locali e si occupano di tutti i dettagli dell'itinerario del viaggiatore, dal trasporto all'alloggio.
  • Tour operator outbound : I tour operator outbound si occupano dell'organizzazione e della vendita di tour per i viaggiatori nazionali diretti verso destinazioni internazionali. Offrono pacchetti che comprendono voli, alloggi e attività nella destinazione scelta.
  • Grossisti : I grossisti acquistano grandi blocchi di prodotti e servizi di viaggio da vari fornitori, come alberghi, compagnie aeree e compagnie turistiche, a prezzi scontati. Vendono poi questi pacchetti alle agenzie di viaggio con un profitto.
  • Tour operator di terra : I tour operator di terra operano all'interno di una specifica destinazione e forniscono servizi come tour locali, trasporti e guide. Si rivolgono sia ai turisti in arrivo che a quelli nazionali, offrendo esperienze come visite turistiche o tour del vino.
  • Tour operator d'avventura : I tour operator d'avventura sono specializzati nell'organizzazione di esperienze avventurose e adrenaliniche, come escursioni, rafting e safari. Si rivolgono a viaggiatori in cerca di avventure uniche ed emozionanti in varie località.

Qual è il percorso di carriera per diventare operatore turistico?

Diventare operatore turistico comporta in genere il seguente percorso di carriera:

  • Istruzione : Anche se non è sempre richiesta una laurea formale, un background in turismo, gestione dell'ospitalità o affari può essere utile. Considerate la possibilità di seguire corsi o certificazioni pertinenti per acquisire conoscenze del settore.
  • Esperienza lavorativa : Iniziate facendo esperienza nel settore dei viaggi. Ad esempio, lavorando come guida turistica, tour manager o in un ruolo affine, per capire i dettagli del settore.
  • Creare reti : Costruire relazioni all'interno del settore turistico, collegandosi con fornitori, altri tour operator e agenti di viaggio. Il networking può fornire preziose intuizioni e opportunità di collaborazione.
  • Conoscenze aziendali : Acquisire conoscenze in settori quali il marketing, la finanza e la gestione aziendale. Questo sarà fondamentale quando deciderete di avviare la vostra attività turistica.
  • Imprenditorialità : Se il vostro obiettivo è quello di possedere un'attività turistica, prendete le misure necessarie per creare la vostra attività di viaggio. Ciò include la creazione di un business plan, l'ottenimento delle licenze necessarie e lo sviluppo di una proposta di vendita unica (USP).
  • Marketing e vendite : Sviluppare competenze e strategie di marketing per promuovere efficacemente i propri tour. Imparate a raggiungere i potenziali clienti attraverso i canali online, i social media e altri strumenti di marketing.
  • Servizio clienti : Dare la priorità a un servizio clienti eccezionale per garantire clienti soddisfatti che possano tornare per ripetere l'attività e raccomandare i vostri servizi ad altri.
  • Apprendimento continuo : Rimanere aggiornati sulle tendenze e sulle tecnologie del settore. Adattarsi ai cambiamenti nel settore dei viaggi e del turismo per rimanere competitivi.

Qual è la differenza tra un tour operator e un agente turistico?

I Tour Operator e gli Agenti di viaggio hanno ruoli distinti nell'industria dei viaggi.

a. Tour operator : Un tour operator è una società o un individuo responsabile della progettazione, dell'organizzazione e della gestione di tour e pacchetti di viaggio. Si occupa di vari aspetti del tour, tra cui il trasporto, le sistemazioni, le prenotazioni online, le attività e spesso impiega guide turistiche e manager. I tour operator possono collaborare con grossisti, alberghi e altri fornitori per creare pacchetti turistici completi. Hanno un rapporto diretto con i viaggiatori e vendono i tour al cliente finale.

b. Agente turistico : Un agente turistico, noto anche come agente di viaggio, aiuta i viaggiatori a pianificare e prenotare i loro viaggi. Fanno da ponte tra i clienti e i tour operator o altri fornitori di servizi di viaggio. Gli agenti di viaggio offrono consigli, effettuano prenotazioni e assistono nell'organizzazione del viaggio in base alle preferenze del viaggiatore. Guadagnano commissioni dai tour operator o dai fornitori per aver prenotato i servizi per conto dei loro clienti.

In sintesi, sebbene sia i tour operator che gli agenti turistici svolgano ruoli essenziali nel settore dei viaggi, la differenza fondamentale sta nelle loro responsabilità e nei rapporti con i viaggiatori. I tour operator creano e gestiscono i viaggi, mentre gli agenti turistici assistono i clienti nella prenotazione dei servizi di viaggio forniti dai tour operator e da altri fornitori.

Ricevi le ultime notizie e rimani in contatto con i segreti del settore.

Facendo clic su "Iscriviti", si accetta la nostra Politica sulla privacy e i dati che raccogliamo.

10 Dynamic Strategies to Boost Bookings of Your Museums

10 Dynamic Strategies to Boost Bookings of Your Museums

Marketing sui social media per agenzie di viaggio e tour operator

Marketing sui social media per agenzie di viaggio e tour operator

Come possono gli operatori turistici contribuire al turismo sostenibile?

Come possono gli operatori turistici contribuire al turismo sostenibile?

3 Key Steps on How to Select a Tour Booking Software Provider

3 Key Steps on How to Select a Tour Booking Software Provider

Continua a leggere

lavorare in un tour operator

Come diventare un tour operator e gestire un'attività di successo? Seguite i consigli e le strategie degli esperti.

lavorare in un tour operator

L'importanza della formazione delle guide turistiche nell'industria del turismo

Scoprite come la formazione di qualità crea le migliori guide turistiche. Scoprite le competenze, le strategie aziendali e le applicazioni reali che le rendono tali.

Come diventare organizzatore di viaggi

Come diventare organizzatore di viaggi

Ti piacerebbe lavorare nel mondo del turismo? Hai mai pensato di diventare organizzatore di viaggi e sviluppare questa tua attitudine? Sono molte le persone attratte dal settore turistico che vogliono trasformare la loro passione per i viaggi e lavorare con il turismo. Alcuni vogliono farlo per offrire le loro esperienze di viaggio,altri invece decidono appunto di seguire le proprie passioni e lavorare come tour operator o aprire un’agenzia viaggi.

In entrambi le situazioni si è motivati da una passione viscerale per tutto ciò che concerne il viaggio,la sua pianificazione ed ovviamente il risultato finale, ovvero rendere un viaggio memorabile nella mente delle persone.

Hai mai pensato di diventare tour operator oppure organizzatore di viaggi online?

È il sogno di tanti ! Non ti piacerebbe condividere le tue passioni e trasformarle in emozionanti itinerari di viaggio? Immagina come potresti rendere felici le persone,crearti un’attività turistica e lavorare in agenzia viaggi

Quale strada vuoi prendere? consulente di viaggi o organizzatore di viaggi?

Innanzitutto bisogna scindere due aspetti fondamentali,ovvero determinare qual è la tua intenzione. Perché dalla sua definizione cambia ovviamente tutta l’impostazione di una futura attività turistica. Ci sono due strade se vuoi intraprendere questo lavoro nel turismo e iniziare a lavorare nei viaggi. E per farlo devi chiederti cosa vuoi fare, dove vuoi arrivare e quali sono le tue ambizioni. Questo è un aspetto importante il quale viene talvolta tralasciato.

Se la tua ambizione, e quello che vuoi fare è aiutare le persone ad organizzare il proprio viaggio ,definendone l’itinerario,i mezzi di trasporto,i punti di interesse,le attività da svolgere in loco,la selezione delle cose da vedere allora puoi fare il consulente di viaggi. Il travel consultant,è una figura professionale orientata all’identificazione dei bisogni dei clienti,alla loro comprensione e alla creazione di un itinerario turistico personalizzato. Tuttavia per farlo come lavoro,ti devi appoggiare a delle agenzie viaggi oppure a dei network,perchè non sei abilitato alla vendita ,ma solo alla creazione dell’itinerario di viaggio. Inoltre offri un servizio di consulenza turistica, non un prodotto turistico con un tuo brand.

Se invece hai l’ambizione di diventare tour operator e pianificare,organizzare e vendere prodotti turistici,intesi viaggi o pacchetti turistici,con un tuo brand, allora la tua strada è quella di diventare organizzatore di viaggio come impresa turistica.

[cp_modal display=”inline” id=”cp_id_c6c9b”][/cp_modal]

Come diventare organizzatore di viaggi di successo

Percorso di studi.

Per svolgere questa professione,innanzitutto è sempre consigliabile seguire un percorso di studi ad indirizzo turistico,o una laurea in scienze del turismo oppure in economia del turismo.

Non è obbligatorio per legge,ma preferibile se vuoi esercitare questo lavoro. Tuttavia però, è possibile seguire una seconda strada se non hai eseguito una formazione turistica,ovvero quella di sostenere l’esame di direttore tecnico di agenzia viaggi . È però bene precisare una cosa.

Essendo il turismo una materia di competenza strettamente Regionale,ogni regione attraverso l’assessorato al turismo,può chiedere ulteriori competenze per accedere all’esame di direttore tecnico agenzia viaggi. Ci sono infatti Regioni che chiedono di aver lavorato almeno 5 anni presso un’agenzia viaggi con funzioni amministrative.

agente di viaggio

Pertanto la prima cosa da fare è che tu segua la Legislazione turistica della tua Regione,o dove intendi operare con la tua attività.

È anche bene ribadire che l’esame di abilitazione al ruolo di Direttore tecnico di agenzia viaggi e turismo,generalmente è a cadenza biennale,quindi tieni sempre d’occhio i bandi pubblicati dalle Regioni. Se hai le conoscenze per eseguire l’esame di Direttore Tecnico puoi sostenere l’esame di abilitazione,attraverso la quale,una volta superato potrai seguire gli adempimenti burocratici ed amministrativi per aprire questa attività,compresa la richiesta della licenza tour operator .

Se vuoi puoi comunque approfondire e conoscere le skills,le abilità o le competenze del direttore tecnico di agenzia viaggi per valutare le qualità o competenze che possiedi o quelle in cui devi formarti professionalmente. Importantissimo però è conoscere il contesto operativo che ruota attorno alla figura del Direttore tecnico,che molto spesso non è considerato attentamente da chi desidera lavorare nei tour operator o lavorare in un agenzia di viaggi.

Capita spesso che il mancato apprendimento di nozioni o tecniche di pianificazione di un’ agenzia viaggi generi situazioni alquanto pericolose, tali da compromettere l’intero business. Per comprendere come pianificare correttamente l’avvio di un’agenzia viaggi c’e un corso per agenzia di viaggi che ti insegna come diventare tour operator e vendere viaggi online limitandone i rischi dovuti all’inesperienza.

Cosa dice la normativa italiana per diventare organizzatore di viaggi?

Per diventare organizzatore di viaggi o organizzatrice di viaggi, devi essere consapevole degli aspetti normativi,civilistici,tributari e legali che ruotano attorno a questa professione turistica. Si tratta a tutti gli effetti di un’impresa turistica. L’art 4 del codice del consumo cosi recita:

sono imprese turistiche quelle che esercitano attività economiche, organizzate per la produzione, la commercializzazione, l’intermediazione e la gestione di prodotti, di servizi, tra cui gli stabilimenti balneari, di infrastrutture e di esercizi, compresi quelli di somministrazione facenti parte dei sistemi turistici locali, concorrenti alla formazione dell’offerta turistica.

Chi è l’organizzatore di viaggi secondo il codice del turismo?

Il codice del Turismo al Titolo I capo I con l’art 32, definisce così l’organizzatore di viaggio

il  soggetto  che si obbliga, in nome proprio e verso corrispettivo forfetario, a  procurare  a terzi  pacchetti  turistici, realizzando la combinazione degli elementi di cui all’articolo 34, o offrendo al turista, anche  tramite un sistema di comunicazione a distanza, la possibilita’ di realizzare autonomamente ed acquistare tale combinazione.

Quindi tale norma stabilisce chi è in effetti l’organizzatore di viaggio e cosa fa. Chi organizza viaggi,anche online è quindi un soggetto giuridico ( titolare di impresa o direttore tecnico tour operator ) e pertanto ne assume i diritti e gli obblighi derivanti dalle operazioni aziendali.

Il tour operator ha inoltre la responsabilità della corretta esecuzione dei pacchetti turistici secondo il Dlgs 62/2018 relativa ai pacchetti turistici e ai servizi turistici collegati. Praticamente, l’organizzatore di viaggi è responsabile di tutto ciò che concerne il pacchetto turistico ,anche se venduto attraverso intermediari di viaggio o altri professionisti.

Metti a fuoco le tue idee imprenditoriali nel turismo

idee imprenditoriali nel turismo

Vuoi sapere come diventare organizzatore di viaggi ? Concretizza un’idea! Dal punto di vista imprenditoriale, per esercitare attività economica di impresa di viaggi e turismo, devi avere un’idea valida . Un’idea che sia concretizzabile, profittevole e che offra un valore per il turista.

Come fai a mettere a fuoco le tue idee? Inizia dalle tue passioni! Se ti piacciono i viaggi e il turismo in generale,devi definire cosa ti piace fare. Devi specificare qual’è la passione che ti motiva a voler intraprendere una delle professioni nel turismo di maggiore appeal

Se  ti interessa capire come diventare un tour operator, devi sapere che oggi giorno ragionare in ottica generalista non porta a nessun successo,nemmeno del turismo .

Devi specificare su cosa vuoi indirizzare i tuoi sforzi e specializzarti come tour operator in quel determinato prodotto turistico.Oppure sempre partendo da una tua passione per un luogo specifico,puoi organizzare e vendere soggiorni turistici in una determinata località e differenziare i tuoi prodotti a seconda delle attività che è possibile svolgere durante il viaggio.

Definisci il tuo mercato,le strategie commerciali e comprendi i bisogni delle persone

Vuoi lavorare come tour operator incoming e rivolgerti a stranieri che vengono in vacanza in italia oppure un tour operator outgoing per gli italiani che vogliono recarsi all’estero? Preferisci creare pacchetti turistici all-inclusive o pacchetti turistici dinamici? Questo aspetto devi considerarlo già quando metti a fuoco le idee.È molto importante,perchè delinea l’intera strategia commerciale da intraprendere e la partnership con i fornitori di servizi turistici per assemblare i pacchetti turistici da vendere.

Quando hai definito cosa vuoi fare,devi analizzare il mercato turistico ed i bisogni del target prescelto. La conoscenza del mercato è essenziale per comprendere quali siano i bisogni dei potenziali clienti, i loro desideri,le loro aspettative riguardo ai tuoi prodotti e soprattutto la loro percezione nei confronti dei competitor. Analizzare i competitor presenti nel mercato dove intendi rivolgerti, è altrettanto fondamentale. Devi capire alla perfezione,cosa offrono,a quale prezzo,il livello di soddisfazione della clientela,quale valore offrono e perchè i loro prodotti sono considerati appetibili o di qualità superiore.

Questa analisi competitiva è strategica se intendi sapere come diventare organizzatore di viaggi e prendere decisioni migliori basandoti sui tuoi competitor.

Analizzare il mercato infatti serve per

  • Definire la strategia competitiva
  • Stabilire le strategie di differenziazione
  • Individuare la tua Unique Value Proposition
  • Individuare una strategia di prodotto e la strategia di vendita di un prodotto
  • Stabilire i canali di marketing dove orientarti per massimizzare le vendite
  • Progettare un piano di comunicazione adeguato per il tuo brand
  • Creare un piano di comunicazione social media

Queste sono tutte azioni strategiche che servono per entrare in un mercato con dei nuovi prodotti,attirare il giusto target di mercato e migliorare la brand awareness del tour operator nel mercato predefinito.

Crea pacchetti turistici innovativi

pacchetto turistico per coppia

Come puoi creare pacchetti turistici di successo? La creazione di prodotti turistici richiede un’attenta pianificazione . La figura del programmatore turistico o travel designer è primaria in un’impresa di viaggi e turismo. Pianificare un viaggio infatti non vuol dire solamente prenotare i mezzi di trasporto o i servizi turistici collegati.

La comprensione del cliente tipo, ti fornisce già preziose informazioni su quali siano gli elementi di attrattività da inserire nella fase di programmazione del viaggio. Il viaggio è un percorso fatto di desideri,bisogni,scoperte,ambizioni,aspettative o motivazioni differenti . Se vuoi capire come diventare operatore turistico di successo devi dapprima definire a quale segmento di mercato intendi rivolgerti

  • Viaggiatori in Gruppo
  • Famiglie monoparentali
  • Nonni con figli
  • Papà o mamme separati con figli

In base alla tipologia di turista, devi studiare il mercato e segmentarlo in funzione di

  • Interessi da sviluppare
  • Bisogni da soddisfare
  • Funzionalità desiderate
  • Emozioni ricercate
  • Esperienze ricercate
  • Motivazioni di viaggio intrinseche
  • Hobby e passioni

Solamente analizzando nel profondo il segmento di mercato puoi creare pacchetti turistici di alto gradimento e soddisfazione per la clientela. E soprattutto cosa non meno importante,evitare i cosidetti difetti di non conformità che possono avvenire quando i turisti non sono soddisfatti o non hanno ottenuto quello che desideravano.

Il codice del consumo con il DLgs 206/2005 è chiaro riguardo alle responsabilità degli organizzatori di viaggio e le tutele che i viaggiatori hanno quando acquistano un pacchetto turistico all-inclusive.

Pertanto la parola d’ordine,è si differenziare i prodotti turistici dalla concorrenza,ma con una qualità eccelsa nella fase di organizzazione dei viaggi ,ovvero

  • Comprensione del cliente
  • Ricerca delle soluzioni idonee
  • Selezione dei fornitori di servizi turistici
  • Creazione dell’itinerario di viaggio
  • Formulazione della proposta di viaggio
  • Promo commercializzazione dei pacchetti turistici
  • Vendita di viaggi
  • Ottenimento dei feedback
  • Miglioramento dei prodotti esistenti

Costruisci l’identità del brand

Se vuoi affermarti come organizzatore viaggi e vendere prodotti turistici nel mercato, devi pensare anche a costruirti un’immagine.

L’organizzatore di viaggio di successo, è colui che riesce a posizionarsi  nella mente dei consumatori e a far associare il brand ad un determinato tipo di viaggi o prodotti. Questo è sicuramente un percorso di media-lunga durata, ed orientato al futuro, allo sviluppo e al consolidamento del brand aziendale.

I consumatori devono acquisire la consapevolezza che il tuo marchio esiste e ricordarlo nelle loro menti. Fare branding è una tattica di marketing che ti consente di stabilire un contatto con il tuo mercato di riferimento ed attirare il pubblico giusto.

Per costruire la tua brand identity, parti dalle motivazioni che ti hanno portato a diventare organizzatore di viaggi, dalle tue passioni,o dalla destinazione che alimenta la tua passione. Sviluppare una identità aziendale è importante soprattutto nell’online marketing,perchè contribuisce a creare il valore del marchio turistico,i tuoi elementi di unicità e a diffonderli.

A tal scopo utile può essere rispondere a queste domande:

  • Come hai iniziato la tua attività di tour e attività?
  • Dove hai preso l’idea? Cosa ti ha ispirato?
  • In che modo la tua azienda è diversa dai tuoi concorrenti?
  • Cosa si sforza di fare la tua attività di tour e attività?
  • Cosa ti rende eccezionale?

Se intendi organizzare viaggi incoming devi sviluppare un marchio di destinazione, in cui generare l’interesse delle persone verso una destinazione turistica,promettendo un’esperienza di viaggio indimenticabile nel territorio.

A tal scopo essendo la concorrenza agguerrita,devi definire una proposta di valore unico che ti permetta di distinguerti dalla concorrenza nella destinazione.

Definisci i tuoi canali di vendita

Come e dove venderai i tuoi pacchetti turistici? Definire i canali di vendita è basilare,altrimenti non riuscirai a performare negli obiettivi aziendali e raggiungere il successo come tour operator.

  • Vuoi vendere i tuoi viaggi autonomamente o necessiti di intermediari di viaggio per la rivendita?
  • Vuoi vendere attraverso un negozio fisico oppure vuoi operare online? intendi affidarti a partner affiliati o consulenti di viaggio?

Sapere cosa vuoi fare anche in quest’ambito è importantissimo.

Se decidi di vendere viaggi online devi ovviamente crearti un sito turistico con annesso e-commerce per vendere i tuoi prodotti. Tale devi poi implementarlo ed ottimizzarlo per la SEO e i motori di ricerca. Inoltre ti devi costruire una posizione nella serp e posizionarti per determinate keyword o intento di ricerca,in modo tale da rendere agevole alle persone il fatto di trovare i tuoi prodotti ed entrare in contatto con il tuo marchio.

Se preferisci lavorare in un tour operator ed organizzare viaggi invece devi avvalerti di un’agenzia viaggi intermediaria che venda i viaggi da te organizzati. In tal caso per far si che i tuoi viaggi siano promo commercializzati dall’agenzia devi fornire tutto il materiale pubblicitario per promuovere il tuo brand.

Ovviamente,puoi anche collaborare con dei consulenti di viaggio e proporre i tuoi tour o i tuoi servizi turistici,ma in tal caso devi conoscere perfettamente il consulente di viaggi a che target di mercato si rivolge e soprattutto quali siano le richieste specifiche dei viaggiatori. Non è sempre detto che il pacchetto proposto dal tour operator venga acquistato attraverso dei consulenti. Anzi di solito è il consulente che crea degli itinerari di viaggio servendosi dei tour operator locali.

Crea un piano di comunicazione

Sviluppare un piano di comunicazione con la quale rivolgersi al mercato è importantissimo. A seconda dei prodotti turistici offerti, e del target alla quale ti rivolgi,cambia ovviamente anche la comunicazione,lo stile comunicativo,il linguaggio,il copywriting e il messaggio da inviare. La comunicazione va infatti studiata a seconda del bisogno espresso dal mercato. Dal bisogno infatti si deve creare un messaggio di marketing convincente e persuasivo per stimolare la persona ad agire e ottenere informazioni.

Inoltre,sempre a seconda del segmento di mercato individuato,essenziale è analizzare a quale materiale promozionale il mercato è maggiormente interessato.

  • Dove si informano i tuoi potenziali clienti?
  • Che tipo di comunicazione preferiscono? Digitale o cartacea?
  • Su quali canali social sono presenti?
  • A cosa sono interessati? Video? Storytelling? Immagini?

Capire il cliente target è strategico in fase di comunicazione. Ti permette infatti di identificare con precisione dove e come comunicare con tale in modo efficace e professionale.

Passione e motivazione,gli ingredienti per diventare un organizzatore di viaggi di successo

In questo articolo hai compreso come diventare organizzatore di viaggi .Quali sono i percorsi formativi e gli aspetti normativi da seguire se vuoi aprire un tour operator e organizzare viaggi online. Tuttavia, se non hai passione per questa professione turistica, difficilmente riuscirai a coinvolgere i turisti e rendere profittevole questo lavoro.

Ci vuole tanta passione si,voglia di apprendere e scoprire,ma soprattutto una grande capacità organizzativa e di analisi continua . I bisogni dei clienti evolvono sempre più rapidamente,e star dietro ai repentini cambiamenti del mercato richiede una grande flessibilità e una buona motivazione per non mollare mai.  La motivazione è il tuo fattore di spinta,per creare prodotti turistici competitivi e soddisfare le esigenze del mercato.

Sta di fatto comunque,che se identifichi una nicchia di mercato profittevole e interessata ai tuoi pacchetti turistici,sicuramente la tua passione renderà questo lavoro appagante e remunerativo sia sotto l’aspetto economico che professionale.

Lascia un commento Annulla risposta

Salva il mio nome, email e sito web in questo browser per la prossima volta che commento.

Professione Travel Designer

Francesca Pozzan

Video corso.

  • Testimonianze
  • 🔒 Area Riservata

Seleziona Pagina

Lavorare in un Tour Operator oggi: intervista a Vittorio Coccoletti

Inserito da Francesca Pozzan | 12 Set 2020 | Sognatori coraggiosi

Nell’intervista di oggi abbiamo l’opportunità di ascoltare le parole di un imprenditore davvero innovativo.

Vittorio Coccoletti, agronomo tropicale di formazione, è oggi il direttore di Azalai Travel Design, Tour Operator con sede a Firenze che organizza viaggi oltre i luoghi comuni in tutto il Mondo, o come lo definisce lui “un Tour Operator per veri viaggiatori”.

Ma facciamo un passo indietro.

Forse anche tu come me ti sarai posto questa domanda: come è avvenuto il passaggio dall’agronomia tropicale al mondo del turismo?

La base è sempre la stessa, e cioè una grande passione per i viaggi! Questo è il primo fondamentale ingrediente che non può mancare se senti che vuoi avvicinarti a questo lavoro.

Ebbene, Vittorio si è meritato un posto speciale nella nostra rubrica #sognatoricoraggiosi proprio per la sua capacità di esplorare e rinnovarsi professionalmente e in questo articolo ti spiego perchè!

Lo stage all’estero e l’innamoramento per l’Africa

È durante uno stage universitario che Vittorio viene letteralmente travolto dalla potenza e dalla bellezza del Mali, destinazione che, come lui stesso ci racconta, non aveva mai considerato prima.

Il suo amore per questa terra è tale che deciderà di viverci per ben 10 anni , gestendo inizialmente un ristorante e un piccolo albergo.

Stiamo parlando degli anni ‘80, per cui la situazione era molto diversa e più “selvaggia” di oggi, ma nonostante questo a Vittorio arriva l’idea di iniziare a promuovere il territorio per incentivare le visite degli stranieri , che fino a quel momento erano assenti.

Inizia così a raccogliere foto e filmati in loco e a creare i primi programmi da portare ai Tour Operator europei per proporre degli itinerari alla scoperta della Repubblica del Mali.

L’idea si rivela vincente e così Vittorio porta avanti questa attività per diversi anni, fino a quando sente che è il momento di fare ritorno in Italia.

Nasce Azalai Travel Design, un Tour Operator “controtendenza”

Quando Vittorio ritorna a Firenze, la sua terra natale, fonda un Tour Operator che potremmo definire “controtendenza”.

Sono gli inizi del 2000 e in quegli anni infatti l’offerta dei Tour Operator era incentrata perlopiù su un turismo di massa che ruotava intorno a resort e villaggi turistici, che erano il trend del momento.

E qui Vittorio ci condivide un grande insegnamento:

“Nessuno avrebbe mai scommesso che un Tour Operator che proponeva viaggi esperienziali potesse avere successo all’epoca, perché la grande moda del momento si discostava completamente da quell’idea di viaggio.

Non seguire mai le mode! Perchè se è già una moda, vuol dire che sta già finendo.”

Grazie a questa consapevolezza Azalai ha saputo cavalcare i vari trend che si sono susseguiti negli anni, ma non solo, ha anche avuto la forza di affrontare una situazione particolarmente difficile come quella del Covid-19, proprio grazie allo spirito di adattamento e di rinnovamento che Vittorio ha sempre trasmesso all’interno del suo Tour Operator.

Oggi il turismo esperienziale è conosciuto e offerto in grande varietà, ma se questo è possibile è sicuramente grazie ad imprenditori coraggiosi ed innovativi come Vittorio Coccoletti che ci hanno creduto quando gli altri li consideravano ancora “viaggi pericolosi”.

Se vuoi esplorare le proposte di Azalai Travel Design le trovi nel sito web Azalai.info .

Segui la tua natura se vuoi avere successo e soddisfazione

La storia di Vittorio ci porta a fare un’altra riflessione importante per chiunque sia interessato a lavorare nel turismo, a prescindere dal fatto che il desiderio sia lavorare in un Tour Operator, come libero professionista, o in qualsiasi altro modo.

Nel turismo non si lavora solo per i soldi , semplicemente perchè sono richiesti uno studio e una dedizione tali che il semplice riconoscimento economico non sarebbe sufficiente a farti andare avanti.

Simpaticamente Vittorio nell’intervista ci dice: “lavorare nel turismo non è un mestiere semplice, se non vi piace non fatelo. E non fatevi illusioni quando vedete qualche personaggio che si fa le foto con un drink mentre lavora in spiaggia alle Maldive, perchè non funziona così”.

Per questo è importante non abbandonare ciò che più ti appassiona , anche se pensi che possa non centrare molto con l’ambito dei viaggi, ma anzi fallo diventare il fulcro di quello che fai, perchè questo ti darà sempre la motivazione per dare il meglio di te e attingere a delle risorse “nascoste” che gli altri non hanno (se vuoi approfondire questo argomento puoi leggere questo video-articolo in cui Ilaria ci spiega come ha iniziato ad organizzare viaggi di gruppo grazie al suo profondo amore per lo Yoga).

Hai già guardato la video-intervista?

La storia di Vittorio Coccoletti è davvero motivante per chi ha il timore che il mondo del turismo possa fermarsi a causa di qualche crisi esterna. Il suo esempio ci ha insegnato che c’è il modo di reinventarsi e cavalcare le onde del cambiamento in qualsiasi situazione! ?

Se non l’hai già fatto guarda la video-intervista in cima a questo articolo. Qui trovi i punti salienti:

01:03 – La storia di Vittorio: dagli studi in agronomia tropicale all’innamoramento per l’Africa

07:43 – L’inizio del lavoro come operatore turistico portando stranieri nella Repubblica del Mali

09:58 – L’importanza di formarsi quando si è agli inizi

13:11 – Il ritorno in Italia e l’avvio di Azalai Travel Design, Tour Operator di viaggi esperienziali

19:59 – Segui la tua natura e quello che ti piace fare se vuoi avere successo e soddisfazione

23:49 – Come mettersi in contatto con Azalai

Io ti saluto e ti aspetto nel prossimo articolo della rubrica #sognatoricoraggiosi , per lasciarci ispirare dalle storie di donne e uomini che hanno saputo muoversi in direzione dei propri sogni!

P.S: Se il tuo desiderio è quello di formarti adesso in una delle professioni più innovative nel panorama del turismo, allora non lasciarti sfuggire la Masterclass gratuita che ho preparato per te!

40 minuti di formazione , frutto di 10 anni d’esperienza nel mondo del Turismo che mi hanno portato da dipendente a libera professionista a formatrice, in cui ti rivelo le 4 strade che puoi seguire per diventare Travel Designer , in base alla tua personale situazione di partenza (si, anche se parti da zero!) .

Ogni grande viaggio inizia da un piccolo passo, questo è il tuo momento! Accedi alla Masterclass gratuita.

lavorare in un tour operator

Condividere:

Circa l'autore

Francesca Pozzan

Partita con una laurea come assistente sociale e l’irrefrenabile desiderio di voler conoscere il Mondo, Francesca ha saputo rivoluzionare più volte la propria professione. Dopo aver lavorato per quasi 10 anni in un rinomato tour operator italiano, ha scelto di licenziarsi diventando Travel Designer freelance e formatrice. Oggi dirige il brand Professione Travel Designer ed è docente della Travel Designer Academy.

Post correlati

Il viaggio esperienziale come strumento per vivere emozioni: la testimonianza di Anna Chiara Farneti

Il viaggio esperienziale come strumento per vivere emozioni: la testimonianza di Anna Chiara Farneti

29 Settembre 2020

Non è mai tardi per reinventarsi professionalmente: la storia di Irene Bavaro

Non è mai tardi per reinventarsi professionalmente: la storia di Irene Bavaro

14 Dicembre 2022

Scrivere di viaggi: la storia di Cristina Cori

Scrivere di viaggi: la storia di Cristina Cori

14 Giugno 2021

Lasciare una carriera di prestigio per amore del Grande Nord: la storia di Marica Orioli

Lasciare una carriera di prestigio per amore del Grande Nord: la storia di Marica Orioli

26 Maggio 2023

lavorare in un tour operator

Seguici su Facebook

Le nostre Rubriche

  • #travelthefuture (11)
  • Diventare Travel Designer (22)
  • Sognatori coraggiosi (41)
  • Storie di successo (17)

Inizia da qui

lavorare in un tour operator

Articoli recenti

  • Se credi in un sogno non esistono scuse: la storia di Cecilia Arena
  • Da viaggiatrice nomade a Travel Designer: la testimonianza di Roberta Battaglia
  • Cambio vita: divento Travel Designer! La storia di Valentina Campioni
  • Nasce in Sardegna il primo Tour Operator Digital Detox d’Europa: la storia di Logout Livenow
  • Travel Creator + Travel Designer = connubio perfetto! Con Flavia Di Ciano

unCOME

Come diventare tour operator

Rossella Nocca

Anche in tempi di crisi, quello dei tour operator si conferma un lavoro ancora piuttosto redditizio. Rispetto all'agenzia di viaggi, esso propone un contratto di organizzazione , ovvero un pacchetto completo che il cliente deve sottoscrivere, con discrezionalità solo su alcune scelte opzionali. Per dar vita a un tour operator occorre seguire alcune istruzioni e - preferibilmente - venire da una formazione adeguata. Su uncome.it ecco oggi una guida su come diventare tour operator .

Passi da seguire:

Si può arrivare a creare un tour operator ex novo oppure convertendo un'agenzia viaggi già esistente. Se sei ancora in fase di formazione scolastica, il consiglio è quello di indirizzarti da subito verso il settore viaggi, iscrivendoti a un Istituto alberghiero e poi a corsi universitari come Scienze del Turismo o Economia e Gestione dei Servizi Turistici .

Una volta pronto a questo passo, devi avere a disposizione una sede (fisica) e un' assicurazione (indispensabile dato il tipo di attività svolta). Questi sono i requisiti minimi per l'inizio dell'attività: non si può costituire, per esempio, un tour operator che operi esclusivamente on line. Segue l'aspetto economico: l'atto necessita di un deposito cauzionale di almeno 20mila euro.

Il futuro tour operator (come anche una semplice agenzia di viaggi) non deve mancare della figura del "direttore tecnico" , che - una volta superati esami specifici in materia turistica - viene abilitato dalla FIAVET (Federazione Italiana Agenti di Viaggio). O, in alternativa, deve aver frequentato l' "Università per il Turismo".

Ci sono poi altri elementi da cui non si può prescindere se si intende lanciarsi in questo settore, come la conoscenza di almeno due lingue straniere e la dimestichezza con i software sulla programmazione aerea e turistica in genere.

Non fare il passo troppo lungo di voler lavorare in totale autonomia: valuta piuttosto l'apertura di un franchising , affiliandoti a un colosso turistico già presente sul mercato. Questo ti permetterà di proporre pacchetti viaggio già consolidati e di avere maggiori garanzie di successo dell'attività. Buona fortuna!

Se desideri leggere altri articoli simili a Come diventare tour operator , ti consigliamo di visitare la nostra categoria Lavoro .

lavorare in un tour operator

BROWSER OBSOLETO! Per una migliore esperienza di navigazione Aggiorna il tuo browser .

 Corso Tecnico Agenzia di Viaggio web based

Corso Tecnico Agenzia di Viaggio

Formazione completa per diventare agente di viaggio.

GIORNO

PROSSIME DATE 10/05/2024 - Online 17/06/2024 - N.d.

DURATA

DURATA 130 ore

FORMULA

FORMULA Settimanale Weekend

PAGAMENTO

PAGAMENTO Rateizzabile

RICERCA

RICERCA Alloggio

LIVE PROJECT

LIVE PROJECT Attestato

PROSSIME DATE

Il corso è stato progettato dall’ Accademia Creativa Turismo in collaborazione con IPV Lab srl - in accordo con le linee guida delle principali organizzazioni nazionali e internazionali che operano nel settore del turismo.

Il corso mira a formare una figura professionale capace di offrire una consulenza qualificata al cliente nella scelta dei servizi turistici.

OBIETTIVI E DESTINATARI

Il Corso Tecnico Agenzia di Viaggio ha l’obiettivo di formare figure professionali specializzate nell’organizzazione di programmi di viaggio , da catalogo o su misura , fornendo consulenza al cliente in tutte le fasi del viaggio . L’agente di viaggio opera all’interno di agenzie di viaggi offline e online, le Online Travel Agency (OLTA) pianificando itinerari di viaggio per clienti privati o per conto di grandi aziende (in questo caso parliamo di Business Travel Agency).

L’offerta formativa del Corso Tecnico Agenzia di Viaggio - web based , oltre alle competenze tecniche di vendita del viaggio ideale, offrirà la possibilità di utilizzare il sistema gestionale Galileo, e di ottenere la certificazione internazionale a seguito di un esame.

IL CANDIDATO IDEALE

Il candidato ideale è un giovane interessato ad acquisire le competenze tecniche e operative per lavorare in agenzia di viaggi o nel booking di un tour operator o una persona già inserita professionalmente che aspira ad un aggiornamento delle proprie competenze per raggiungere un più elevato livello di professionalità.

Corso per Tecnico Agenzia viaggi

SBOCCHI PROFESSIONALI

Agenzie Viaggi

Network (gruppi consorziati di agenzie di viaggi)

Olta (On Line Travel Agency)

Associazioni turistiche

Enti di promozione turistica

Tour Operator

METODOLOGIA DIDATTICA

Il corso consente l'apprendimento delle competenze in modo diretto e coinvolgente. I docenti sono esperti del settore ed operano attivamente all'interno di agenzie di viaggi e Tour Operator. Durante la didattica sono previste esercitazioni e laboratori fedeli alle reali attività professionali come nella realtà operativa.

Modalità Flex-learn

Grazie all'alternanza degli strumenti didattici si ottiene il massimo risultato possibile in termini di apprendimento. La modalità Flex-learn prevede l'erogazione di moduli a distanza per le materie che richiedono uno stato più riflessivo, e lezioni in presenza per i moduli laboratoriali e tecnici che richiedono proattività e interazione con il gruppo.

PROGRAMMA DIDATTICO

Il corso tecnico agenzia di viaggio - web based è strutturato in diversi moduli didattici suddivisi per aree., area propedeutica - le conoscenze basilari.

Organizzazione Turistica (Trasporti aerei, ferroviari, di navigazione e Crocieristici, Hotel e Catene alberghiere, Tour Operator, Pco - Professional Congress Organizer)

Turisti e Turismi - Studio delle principali destinazioni/itinerari turistici che compongono l’offerta dei diversi operatori turistici internazionali

Le autorizzazioni necessarie per l’organizzazione e la vendita dei servizi turistici al pubblico;

La figura professionale dell’agente di viaggio. Opportunità lavorative e sbocchi occupazionali in Italia e all’estero.

AREA TECNICA - I SERVIZI TURISTICI

Tecnica Turistica-aspetti tecnici dei diversi servizi turistici

Sistemi di prenotazione per i servizi turistici online e offline

Documentazione di viaggio (voucher, biglietteria, programma)

Polizze assicurative e documentazione inerente i viaggi all’estero

AREA SPECIALISTICA - ORGANIZZAZIONE E VENDITA DEI VIAGGI

Organizzazione della vendita dei viaggi - Agenzie di viaggi offline e online, la consulenza turistica, le Associazioni turistiche

L’intermediazione: costruzione della partnership con i fornitori di viaggi (Tour Operator)

La vendita diretta nel ruolo di Tour Operator

Realizzazione del piano di comunicazione attraverso i canali social media

Realizzazione del piano di commercializzazione del viaggio

AREA INFORMATICA - RILASCIO CERTIFICAZIONE INTERNAZIONALE GDS - GALILEO (TRAVELPORT)

Certificazione Internazionale General Distribution System Galileo

Pratica sui principali sistemi gestionali attualmente utilizzati nel settore turistico

USCITE DIDATTICHE

Site inspection e visite didattiche per la conoscenza di strutture alberghiere e dei relativi target di riferimento - incontri con esperti del settore

Partecipazione ad alcune delle principali fiere del turismo, per un contatto diretto con gli operatori turistici: ITB-Berlino; BMT-Napoli; TTG-Rimini; BTO-Firenze; BIT - Milano.

SVILUPPO PERSONALE - SAPER COMUNICARE

Principi di comunicazione efficace

Tecniche di comunicazione assertiva per la gestione di situazioni complesse nella relazione con il pubblico e con i propri referenti professionali.

Definizione di un proprio profilo comunicativo professionale

Tecniche per affrontare efficacemente il colloquio di lavoro

PROJECT WORK

Realizzazione di un viaggio su misura a formazione partendo dallo studio della destinazione turistica.

Presentazione del progetto finale (lavoro in gruppo)

Vuoi saperne di più?

Vuoi lavorare nel turismo?

Richiedi Informazioni

Riceverai subito la Brochure del Corso

INTERNSHIP PROGRAMME - LIVE PROJECT

Nell’ambito del percorso formativo seguito dallo studente, sarà prevista, per approfondire la conoscenza, anche pratica, delle tematiche affrontate nel corso, la partecipazione ad un live project di durata variabile presso una impresa turistica. Tale partecipazione darà diritto all’ottenimento di un attestato.

Durante il percorso didattico è prevista:

La revisione del curriculum

Lezioni di comunicazione efficace per sostenere il colloquio

Incontri con le imprese turistiche

Assistenza dell'organizzazione Performare - agenzia del lavoro

CERTIFICAZIONI

Attestato di specializzazione

Certificazione internazionale GDS Galileo

Attestato di comunicazione efficace

Attestato di stage

Fino al 30% Crediti curriculari

Il criterio per l'attribuzione è basato sui dati del curriculum vitae e del colloquio motivazionale.

Colloquio a distanza

Chi non potesse partecipare alla giornata di orientamento potrà richiedere un colloquio telefonico e inviando una mail a [email protected] o telefonando al nr. 0686984252.

Per richiedere l'iscrizione al Corso inviare una mail a [email protected] Sarete ricontattati al più presto per un colloquio informativo. Il corso è a numero chiuso. Saranno accettate prenotazioni fino ad esaurimento dei posti disponibili.

AREA RISERVATA

Username obbligatorio.

Password obbligatoria.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy . Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy . Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Act

Come collaborare con i tour operator?

Come collaborare con i tour operator?

I tour operator sono aziende specializzate nell'organizzazione e nella gestione di viaggi, tour e pacchetti turistici. Collaborare con loro può essere un'opportunità vantaggiosa per gli operatori turistici e gli hotel, in quanto permette di aumentare la visibilità e la presenza sul mercato.

Per iniziare una collaborazione con i tour operator , è importante creare una solida strategia di marketing e promozione, che metta in risalto le caratteristiche distintive e i punti di forza della tua struttura. Pensa ad elementi unici e differenzianti, come posizione, servizi aggiuntivi o esperienze offerte.

Una volta definita la tua offerta , è necessario stabilire una lista di tour operator con cui iniziare la collaborazione. Fai una ricerca accurata sul mercato e seleziona le aziende che sono in linea con il tuo target di clientela e i tuoi obiettivi di marketing.

Quando hai identificato i tour operator con cui desideri collaborare , è importante contattarli in modo professionale e ben preparato. Invia loro una proposta dettagliata che descriva la tua struttura e offra vantaggi specifici per i loro clienti. Sottolinea i punti di forza e i servizi aggiuntivi che distingueranno la tua struttura dagli altri concorrenti.

Una volta stabilito il contatto iniziale , è possibile organizzare un incontro o una presentazione per approfondire la collaborazione. Assicurati di essere pronto a rispondere a tutte le domande e di comunicare in modo chiaro e convincente i benefici che la tua struttura offrirà ai clienti dei tour operator.

È importante anche stabilire una politica di prezzo e commissioni che sia conveniente per entrambe le parti. Discuti i dettagli finanziari e assicurati che siano chiari prima di firmare qualsiasi accordo o contratto.

Una volta stabilita la collaborazione con i tour operator , è importante mantenere un rapporto costante e fluido. Fornisci loro aggiornamenti regolari sulle novità della tua struttura e offri loro supporto e assistenza durante la vendita dei pacchetti turistici ai loro clienti.

Ricorda che la collaborazione con i tour operator può essere un modo efficace per aumentare la visibilità e il flusso di clienti verso la tua struttura . Sfrutta al meglio questa opportunità e lavora in sinergia con i tour operator per ottenere risultati positivi per entrambe le parti.

Come lavorare con i tour operator?

Lavorare con i tour operator può essere un'opportunità interessante per chi desidera far carriera nel settore turistico. I tour operator sono delle agenzie specializzate nella creazione e organizzazione di pacchetti turistici, che includono trasporti, sistemazioni, attività e visite guidate. Collaborare con i tour operator può essere vantaggioso sia per gli operatori turistici che per i viaggiatori.

Per poter lavorare con i tour operator, è necessario acquisire una buona conoscenza del settore turistico. È importante essere aggiornati sulle principali destinazioni turistiche, sugli hotel, sui mezzi di trasporto disponibili e sulle principali attrazioni turistiche. Inoltre, è fondamentale avere una buona conoscenza delle lingue straniere, in particolare dell'inglese, per comunicare efficacemente con i clienti e gli operatori turistici internazionali.

Una delle prime cose da fare per lavorare con i tour operator è creare una solida rete di contatti nel settore. Partecipare a fiere e eventi turistici, frequentare corsi di formazione e collaborare con altre agenzie turistiche possono essere modi efficaci per stabilire nuovi contatti professionali.

Una volta ottenute le competenze necessarie e creato una rete di contatti, è possibile iniziare a cercare opportunità di lavoro presso i tour operator. La maggior parte di essi pubblica le proprie offerte di lavoro sul proprio sito web o su piattaforme online specializzate. È quindi consigliabile monitorare regolarmente queste fonti per individuare le posizioni aperte e inviare la propria candidatura.

All'interno dei tour operator, esistono diverse figure professionali con compiti specifici. Alcune di queste figure includono il product manager, il responsabile delle vendite, l'assistente di viaggio e il coordinatore del gruppo. Ognuna di queste posizioni richiede competenze specifiche e può offrire diverse opportunità di carriera.

Lavorare con i tour operator può essere un'esperienza stimolante e gratificante. Si ha la possibilità di incontrare persone provenienti da diverse parti del mondo, scoprire nuove culture e realizzare i sogni dei viaggiatori. Tuttavia, è importante essere preparati a lavorare in un ambiente dinamico e flessibile, in cui le richieste dei clienti possono cambiare rapidamente e dove è necessario essere pronti ad adattarsi alle diverse esigenze.

In conclusione, lavorare con i tour operator può offrire numerose opportunità di carriera nel settore turistico. È necessario acquisire le competenze necessarie, creare una rete di contatti, individuare le opportunità di lavoro e adattarsi alle richieste in continua evoluzione dei clienti. Con impegno e passione, è possibile costruire una carriera di successo in questo settore affascinante.

Quanto guadagna in media un tour operator?

Un tour operator è un'azienda che organizza e vende pacchetti turistici, che comprendono voli, alloggio, trasporti e altre attività durante un viaggio. Ma quanto guadagna in media un tour operator?

Il guadagno di un tour operator dipende da diversi fattori, tra cui la dimensione dell'azienda, la destinazione e il tipo di viaggi proposti. In generale, i tour operator guadagnano attraverso la vendita di pacchetti turistici, per i quali applicano una commissione.

La commissione può variare in base al tipo di pacchetto, ma in media si aggira intorno al 10-15% del costo totale del viaggio. Ad esempio, per un pacchetto turistico di 1000 euro, il tour operator potrebbe guadagnare tra 100 e 150 euro.

Tuttavia, è importante considerare che i costi operativi di un tour operator possono essere molto alti. Tra i principali costi ci sono le spese di marketing e pubblicità, le commissioni per i servizi di prenotazione, i costi di gestione del personale e i costi infrastrutturali.

Alcuni tour operator potrebbero avere una maggiore redditività rispetto ad altri, a seconda del loro posizionamento di mercato e della capacità di attrarre clienti. Ad esempio, un tour operator specializzato in viaggi di lusso potrebbe guadagnare di più rispetto a un'azienda che organizza viaggi economici.

Inoltre, l'andamento del settore turistico e la domanda dei viaggi possono influire sul guadagno di un tour operator. Ad esempio, durante la pandemia da COVID-19, molti tour operator hanno subito un calo significativo dei guadagni a causa della diminuzione dei viaggi.

In conclusione , il guadagno di un tour operator dipende da vari fattori, ma in media si può stimare che guadagni circa il 10-15% del costo totale dei pacchetti turistici venduti. Tuttavia, è importante considerare che i costi operativi possono ridurre significativamente i profitti.

Come diventare Operatore agenzia viaggi?

Per diventare un Operatore di un'agenzia di viaggi è necessario seguire alcuni passaggi fondamentali.

In primo luogo, acquisire una buona formazione nel settore del turismo attraverso una scuola specializzata o corsi di formazione specifici può essere un ottimo punto di partenza. Questo permette di ottenere una base solida di conoscenze sui principali aspetti del settore turistico e delle agenzie di viaggio.

Successivamente, è importante acquisire esperienza pratica nel campo del turismo e della gestione dell'agenzia di viaggi. Ciò può essere fatto cercando opportunità di stage o di lavoro presso agenzie di viaggio esistenti, dove si può apprendere sul campo e imparare le competenze necessarie per svolgere il ruolo di operatore di una agenzia di viaggi.

Essere appassionati di viaggi e cultura è fondamentale per un Operatore di un'agenzia di viaggi. Avere una buona conoscenza delle diverse destinazioni turistiche, delle attrazioni principali e delle abitudini culturali di vari paesi è essenziale per poter offrire un servizio di qualità ai clienti.

Un altro aspetto importante per diventare un Operatore di un'agenzia di viaggi è sviluppare abilità di comunicazione e di customer service . Essere in grado di comunicare in modo chiaro e persuasivo con i clienti è fondamentale per riuscire a vendere un pacchetto turistico o un viaggio su misura. Inoltre, fornire un eccellente servizio clienti e saper gestire casi di emergenza o problemi durante i viaggi è essenziale per ottenere la fiducia e la soddisfazione dei clienti.

Infine, tenersi aggiornati sulle ultime tendenze del settore turistico è fondamentale per un Operatore di un'agenzia di viaggi. Il settore del turismo è in costante evoluzione, con nuove destinazioni che emergono e nuove modalità di viaggio che vengono introdotte. Pertanto, è importante essere sempre informati sulle ultime novità e adattarsi alle esigenze dei clienti.

In conclusione, diventare un Operatore di un'agenzia di viaggi richiede una combinazione di formazione, esperienza pratica, passioni personali e abilità di comunicazione. Seguendo questi passaggi e tenendosi aggiornati, si può intraprendere una carriera di successo nel settore delle agenzie di viaggio.

Come fare l organizzatrice di viaggi?

Organizzatrice di viaggi è una figura professionale sempre più richiesta nel settore del turismo. Se sei appassionato di viaggi, hai buone doti organizzative e ti piace lavorare con le persone, potresti intraprendere questa carriera stimolante e variegata. Ma come si diventa un'organizzatrice di viaggi?

Innanzitutto , è fondamentale acquisire una solida base di conoscenze nel campo del turismo. Puoi prendere in considerazione la possibilità di frequentare corsi specifici, sia online che in aula, che offrono una formazione completa sull'organizzazione dei viaggi. Questi corsi ti permetteranno di apprendere le nozioni fondamentali sulla pianificazione di itinerari, prenotazioni di hotel, voli e trasporti, nonché sull'utilizzo degli strumenti e delle piattaforme digitali necessarie per svolgere al meglio il tuo lavoro.

Inoltre , è importante sviluppare una buona conoscenza geografica e culturale. Dovrai essere in grado di consigliare al meglio i tuoi clienti sulle destinazioni più adatte alle loro esigenze, prendendo in considerazione fattori come il clima, le attrazioni turistiche, la cultura e le tradizioni dei paesi da visitare. Puoi approfondire le tue conoscenze leggendo guide turistiche, articoli specializzati e prendendo parte a viaggi di studio.

Una volta che hai acquisito le competenze e le conoscenze necessarie, è il momento di metterti in gioco. Potresti iniziare creando il tuo profilo professionale online, ad esempio su un sito web o sui social media, per farti conoscere e promuovere i tuoi servizi. Potresti anche considerare l'opportunità di lavorare in un'agenzia di viaggi o collaborare con altre organizzatrici di viaggi per acquisire esperienza e crearti una clientela fidelizzata.

Per essere un'organizzatrice di viaggi di successo, dovrai sviluppare un buon senso dell'ospitalità, essere attenta ai dettagli e avere una grande capacità di problem solving. Dovrai essere in grado di gestire situazioni impreviste o di emergenza in modo rapido ed efficiente, garantendo sempre la massima soddisfazione del cliente.

Infine , è importante restare sempre aggiornata sulle tendenze del settore del turismo e sui nuovi prodotti emergenti. Partecipare a fiere, conferenze e incontrare altri professionisti del settore ti permetterà di ampliare la tua rete di contatti e scoprire nuove opportunità di business.

In conclusione, diventare un'organizzatrice di viaggi richiede studio, esperienza e una passione innata per il settore del turismo. Se hai la giusta determinazione e volontà di fare di questa professione la tua carriera, potrai godere di un lavoro stimolante, ricco di sfide e gratificazioni.

stai cercando lavoro?

Vuoi trovare un lavoro?

Quali sono i migliori tour operator italiani?

Accetto i termini e le condizioni .

Seguici sui nostri canali social!

Aprire un tour operator: tutto quello che devi sapere

aprire un tour operator

APRIRE UN TOUR OPERATOR: UN’IDEA VINCENTE

L’amore per i viaggi è una vera e propria passione che può trasformarsi in un lavoro. Infatti molte persone sognano di aprire un tour operator e di mettere a disposizione le proprie competenze acquisite sul campo. Il desiderio è quello di organizzare vacanze e trasferte per gli altri, di aiutarli a realizzare i propri sogni, di fare il viaggio tanto aspirato. Certamente le alternative per avviare un proprio ufficio operante nel settore turistico non mancano, tanto da avere davvero l’imbarazzo della scelta.

Meglio però individuare con precisione i propri obiettivi e creare un piano di azione , così da valutare con la massima attenzione le diverse opportunità. Bisogna fare un’approfondita analisi di mercato e registrare le potenzialità insieme ai rischi, perché solo così si saprà dove e come avviare l’attività, preparandosi a fronteggiare la concorrenza, solitamente agguerrita. Oltre ai tradizionali tour operator con uffici aperti al pubblico, ci sono quelli sul web, funzionanti attraverso la rete e capaci di offrire servizi dedicati.

Aprire un tour operator significa entrare in un ambito in continua crescita , ma dove alle ottime possibilità di guadagno devono essere abbinate azioni innovative e capacità di intercettare i gusti della clientela, anticipando le loro intenzioni. Sebbene la crisi economica abbia comportato una riduzione della spesa, il turismo non si ferma e il numero di persone che viaggia è sempre più importante. Lavorare nell’organizzazione dei viaggi non significa spostarsi tra mete esotiche, ma di far muovere gli altri.

Ci sono certamente occasioni di visitare le strutture turistiche e i diversi Paesi, ma quella è solo una parte del lavoro. Bisogna principalmente stare in ufficio e promuovere i viaggi, fornendo informazioni dettagliate alla propria clientela, così da vendere le proprie proposte e iniziare a guadagnare. Per riuscire a lavorare e quindi iniziare l’attività, bisogna occuparsi delle pratiche burocratiche e sostenere l’investimento iniziale per poter dotare il tour operator della struttura e delle attrezzature necessario, pubblicizzando il servizio offerto.

APRIRE UN TOUR OPERATOR: PROCEDURE E INVESTIMENTO

Ci sono due modalità per avviare l’attività: affiliarsi a un brand esistente oppure creare una propria compagnia. Nel primo caso si tratta di un franchising , mentre nel secondo caso si deve partire da zero. I tour operator nazionali e internazionali sono sempre pronti a nuove collaborazioni e sono interessati a diffondere il know how in cambio di nuovi clienti e di un aiuto ad aumentare il giro di affari.

Con una somma compresa tra i 20 mila e i 40 mila euro circa si può aprire un tour operator insieme a un’impresa esistente. Si paga una tassa d’ingresso , delle royalties sulle vendite e si ottengono strumentazioni, programmi informatici e un supporto amministrativo e gestionale. Non manca l’occasione, comunque, di personalizzare la struttura. Chiaramente ci saranno obiettivi annuali da raggiungere per continuare a collaborare. Prima di decidere il da farsi, è bene valutare la convenienza economica.

Sicuramente l’affiliazione velocizza i tempi per aprire un tour operator, ma mette di fronte a una serie di requisiti da soddisfare e quindi di non essere completamente autonomi nelle scelte e nella gestione dell’attività. Si ricevono tuttavia assistenza e un marketing già preparato per farsi conoscere. In alternativa si agisce da soli. Ci vuole un direttore tecnico abilitato a ricoprire il ruolo, se non si possiedono i requisiti, si deve cercare il professionista tra gli esperti disponibili.

La creazione di un ufficio richiede i locali, il mobilio, gli strumenti del lavoro, il personale e quanto serve a lavorare nel settore. Una volta predisposto il tour operator bisogna sbrigare le pratiche burocratiche. In questo caso rivolgersi a un commercialista consente di evitare errori e di velocizzare l’iter. Si deve procedere con la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate e il Registro delle Imprese della Camera di Commercio, presentando anche la richiesta di autorizzazione all’amministrazione competente per ottenere la licenza.

Ci saranno poi le ispezioni da parte degli agenti di polizia locale e dei vigili del fuoco per controllare l’attività e i locali dal punto di vista del rispetto normativo. Il direttore tecnico sarà il responsabile e dovrà quindi aver maturato esperienza nel settore e aver superato l’esame di abilitazioni, su base regionale. Senza tale professionista, meglio optare per il franchising. Il direttore dovrà ovviamente essere pagato, quindi al budget bisogna aggiungere il suo stipendio con le relative tasse e gli oneri per le iscrizioni a Inps e Inail.

APRIRE UN TOUR OPERATOR: ATTIVITA’ E COMPETENZE

La conoscenza approfondita dei prodotti da vendere è essenziale per risultare affidabili, perché bisogna convincere i turisti a comprare. La vacanza deve essere organizzata in modo da far divertire i partecipanti e prevenire i rischi di qualsiasi genere. Bisogna inoltre essere aggiornati sulle novità che arrivano dai vari Paesi. Le competenze devono essere inserite in un contesto molto ampio, incluso quello della scelta dei fornitori per la stipula dei contratti e avere condizioni vantaggiose.

Anche in questo caso si deve dimostrare di avere abilità e conoscenza della materia, sia operando online sia lavorando nella maniera tradizionale. Se si decide di aprire un tour operator offline, non si dovrà comunque trascurare internet ed essere presenti in rete per farsi conoscere e attirare più clienti. La concorrenza, del resto, non aspetta altro che un passo falso per poter prendere il sopravvento, quindi è bene impegnarsi costantemente su tutti i fronti.

Si dovranno fare gli interessi della clientela e ricordarsi che il denaro che si maneggia è destinato a varie strutture, perché solamente una parte costituisce il proprio incasso. Si dovranno pagare compagnie aeree , alberghi, ristoranti, servizi di trasporti e quanto serve alla realizzazione del viaggio. Si dovrà inoltre garantire un’assistenza continua ai viaggiatori, perché possano essere aiutati nell’eventualità che insorgano alcuni problemi.

Si deve lavorare scrupolosamente e prendere in considerazione ogni aspetto, in modo da fornire un servizio a 360°, quindi una vacanza completa . La passione dovrà avere certamente priorità sull’interesse al guadagno, perché solo in questo modo si riescono a ottenere buoni risultati per la propria attività nell’ambito turistico. Si dovranno mettere a frutto le competenze e le esperienze, senza mai dimenticare di mettere il cliente al primo posto.

APRIRE UN TOUR OPERATOR: I REQUISITI DA SODDISFARE

Oltre alla burocrazia, al direttore tecnico e all’attenzione alla clientela, è necessario possedere alcune capacità senza le quali non sarebbe opportuno aprire un tour operator. L’esperienza rappresenta certamente un punto di partenza fondamentale , anche perché mandare i turisti in posti che non si conosce e tralasciare qualche parte dell’organizzazione del viaggio significherebbe perdere la clientela. Bisogna diventare un punto di riferimento per la struttura turistica che vuole vendersi e per il turista che vuole comprare la vacanza dei propri sogni.

Altrettanto necessario è la conoscenza delle lingue per trattare direttamente con le diverse imprese e per fornire un supporto al cliente quando si trova a dover fronteggiare qualche problema in territorio estero. Una buona conoscenza tecnica, inoltre, permette di muoversi in modo efficiente, efficace e con la massima tranquillità. Insomma tour operator non ci si inventa. La passione è la molla, ma le abilità non possono mancare, perché costituiscono la chiave del successo.

Organizzare i viaggi, però non significa solo mandare gli italiani in vacanza, ma anche accogliere gli stranieri in Italia, quindi è opportuno studiare pacchetti ad hoc. Si deve conoscere molto bene il territorio locale, si allacciano rapporti e collaborazione con le strutture ricettive e quindi si agisce sul marketing, ponendosi come il giusto intermediario tra il viaggiatore e chi opera per l’offerta turistica del posto in cui si lavora. Si proporranno idee alternative e innovative rispetto alla concorrenza.

Poi si dovranno stabilire accordi con operatori stranieri e italiani per creare offerte ad hoc da sottoporre alla clientela e riuscire a vendere di più e aumentare i propri incassi . Aprire un tour operator significa avere sempre risposte risolutive alle domande e alle richieste dei viaggiatori che si rivolgono all’ufficio per avere informazioni e per intraprendere il proprio viaggio.

Articoli correlati

aprire una grotta di sale

Aprire una grotta di sale: tutto quello che devi sapere

lavorare in un tour operator

Aprire una società in Etiopia: tutto quello che devi sapere

aprire un narghilè bar

Aprire un narghilè bar: tutto quello che devi sapere

Commenta ora.

Fai clic qui per annullare la risposta.

lavorare in un tour operator

Studio Allievi – Dottori Commercialisti. | B.K. Italiana S.r.l. – Via Gaetano Negri, 14 – 20081 Abbiategrasso (M) – P. Iva 05873510969 – R.E.A. di Milano n. 1855111 | PEC:  [email protected] | Capitale sociale: 10.000 I.V. | Privacy Policy | Cookies Policy | Preferenze cookie

VIDEO

  1. BTTM/3rd Sem/Travel Agencies and Tour operations/Definition of Travel Agent and Tour operator

  2. Che lavoro faccio esattamente in miniera?👷🏻‍♀️

  3. Carlo Cascione Salento Bici Tour alla Fiera del Cicloturismo

  4. IL TUO TOUR OPERATOR NON TI SODDISFA ? SCEGLI ME COME GUIDA TURISTICA IN GIAPPONE !

  5. Mi piace lavorare nei Tour Operator

  6. RIPUNTATORE "VOLGARINO" PIEGHEVOLE 9 RPI / P

COMMENTS

  1. Tour operator: cosa fa e dove lavora

    Tour operator a tema. Come suggerisce il nome, in questi casi il tour operator definisce un tema centrale attorno al quale ruoterà il viaggio: gastronomia, natura, storia, arte, musica, sport. Tour operator di lusso. I pacchetti offerti da questi operatori hanno la particolarità di puntare a un'esperienza unica, esclusiva e di alta qualità.

  2. Come diventare tour operator e cosa fa l'operatore turistico

    Quanto guadagna un tour operator: stipendio. Lavorare nel turismo è sempre un'ottima scelta a livello economico. Si tratta, infatti, di un settore sempre vivo. Anche se può subire dei cali in casi estremi -come la pandemia che abbiamo vissuto-, generalmente le persone amano viaggiare e lo fanno ogni volta che è possibile. ...

  3. 1.000 offerte di lavoro per "Tour Operator"

    Nuove offerte di lavoro Tour Operator ogni giorno. Le 1.000 principali offerte di lavoro per Tour Operator (Italy). Sfrutta la tua rete professionale e fatti assumere. Nuove offerte di lavoro Tour Operator ogni giorno. ... Se lo espandi, fornisce un elenco di opzioni di ricerca per far corrispondere i risultati alla selezione attuale. Lavoro

  4. 152 offerte di lavoro per tour operator, Italia

    Cerca offerte di lavoro per Tour operator, Italia, con valutazioni aziendali e stipendi. 152 lavori disponibili per Tour operator, Italia. ... turismo, incoming, eventi corporate e hôtellerie è alla ricerca di un Addetto/a Operations - Tour Operator da inserire presso i nostri uffici di Assago inizialmente con contratto di stage. Mansioni.

  5. 168 lavori relativi a Tour operator, Italia

    Cerca offerte di lavoro per Tour operator. Trova il lavoro giusto per Tour operator con valutazioni aziendali e stipendi. 168 lavori disponibili per Tour operator.

  6. 184 offerte di lavoro per "Tour Operator"

    Ricevi aggiornamenti via email sulle nuove offerte di lavoro per "Tour Operator" qui: Milan, Lombardy, Italy. Cancella testo. Creando questo avviso di offerte di lavoro, accetti il Contratto di licenza e l'Informativa sulla privacy di LinkedIn. Puoi annullare l'iscrizione a queste email in qualsiasi momento. Accedi per crearne altri

  7. Assistente Turistico: cosa fa e come diventarlo

    Ricordatevi infatti che si tratta di un lavoro strettamente a contatto con le persone, per le quali l'assistente turistico rappresenta la "personificazione" del tour operator prescelto e spesso unico interlocutore, per cui una certa responsabilità del ruolo è presente. Deve, infatti, sapersi adattare rapidamente a situazioni impreviste ...

  8. Lavora con noi

    SIAMO IL POSTO GIUSTO PER TE. Siamo sempre alla ricerca di nuovi talenti che abbiano voglia di crescere e innovare. Creando esperienze indimenticabili attraverso i più noti marchi del panorama turistico italiano: Alpitour, Francorosso, Bravo, Eden Viaggi e Turisanda. Esplora le opportunità lavorative più adatte a te oppure invia una ...

  9. Come Trovare Lavoro nel Turismo: le professioni più richieste

    Lavorare in un tour operator: chi lavora all'interno di questo tipo di impresa. Quando si parla di viaggio non si può non pensare ai tour operator (detti anche operatori turistici): si tratta di imprese commerciali che si occupano dell'organizzazione e creazione di pacchetti turistici, che vengono venduti attraverso le agenzie di viaggio.

  10. Lavora con Noi

    Unisciti a noi e lavora nel mondo del turismo con passione ed entusiasmo! Posizioni aperte. Agente di Viaggio per Tour Operator Cerchiamo un profilo professionale per Agente di Viaggio Siamo un'azienda di tour operator specializzata nella progettazione e organizzazione di viaggi su misura per i nostri clienti. Siamo alla ricerca di un ...

  11. Entrare nel business dei tour operator

    4. Come si inizia a lavorare come tour operator? L'avvio di un'attività di tour operator richiede diverse fasi e un'attenta pianificazione. Ecco una guida su come iniziare: Piano aziendale: Iniziate a creare un business plan formale che delinei gli obiettivi, il mercato di riferimento, la proposta di vendita unica (USP) e la strategia di ...

  12. Offerte di lavoro

    Operations Agent - Roma. Towns of Italy Srl. Roma, Lazio. Esperienza pregressa all'interno di un tour operator richiesta. Despach dei clienti sui tour. Gestione planning di guide e accompagnatori sui tour. Ultimo accesso: 3 giorni fa ·.

  13. Come diventare organizzatore di viaggi

    Se preferisci lavorare in un tour operator ed organizzare viaggi invece devi avvalerti di un'agenzia viaggi intermediaria che venda i viaggi da te organizzati. In tal caso per far si che i tuoi viaggi siano promo commercializzati dall'agenzia devi fornire tutto il materiale pubblicitario per promuovere il tuo brand.

  14. Lavorare in un Tour Operator oggi: intervista a Vittorio Coccoletti

    Nasce Azalai Travel Design, un Tour Operator "controtendenza" Quando Vittorio ritorna a Firenze, la sua terra natale, fonda un Tour Operator che potremmo definire "controtendenza". Sono gli inizi del 2000 e in quegli anni infatti l'offerta dei Tour Operator era incentrata perlopiù su un turismo di massa che ruotava intorno a resort e ...

  15. Lavorare per i tour operator

    Cosa fa un tour operator. Abbiamo detto che un tour operator si occupa di fornire molteplici servizi per il pubblico pagante che vuole di vivere un'esperienza unica. Il lavoro tuttavia non consiste solamente nell'accompagnare le persone in viaggio. Vediamo cos'altro deve fare un'azienda per garantire un servizio di qualità:

  16. Come diventare tour operator

    Anche in tempi di crisi, quello dei tour operator si conferma un lavoro ancora piuttosto redditizio. Rispetto all'agenzia di viaggi, esso propone un contratto di organizzazione, ovvero un pacchetto completo che il cliente deve sottoscrivere, con discrezionalità solo su alcune scelte opzionali.Per dar vita a un tour operator occorre seguire alcune istruzioni e - preferibilmente - venire da una ...

  17. Più di 25 annunci per Tour Operator (Milano, Lombardia, 11 ...

    Esperienza comprovata nel settore turistico, preferibilmente come personale operativo in un tour operator per la creazione di nuovi tour e visite guidate in Italia e all'estero. Buone capacità organizzative e attenzione ai dettagli. Abilità comunicative e relazionali per interagire con fornitori, partner e clienti.

  18. Corso Tecnico Agenzia di Viaggio

    IL CANDIDATO IDEALE. Il candidato ideale è un giovane interessato ad acquisire le competenze tecniche e operative per lavorare in agenzia di viaggi o nel booking di un tour operator o una persona già inserita professionalmente che aspira ad un aggiornamento delle proprie competenze per raggiungere un più elevato livello di professionalità.

  19. Come collaborare con i tour operator?

    Lavorare con i tour operator può essere un'esperienza stimolante e gratificante. Si ha la possibilità di incontrare persone provenienti da diverse parti del mondo, scoprire nuove culture e realizzare i sogni dei viaggiatori. Tuttavia, è importante essere preparati a lavorare in un ambiente dinamico e flessibile, in cui le richieste dei ...

  20. Stipendio per Tour operator (Italia)

    A quanto ammonta uno stipendio da Tour operator (Italia)? Stipendio base medio. 1.032 €. Lo stipendio medio per il ruolo di tour operator () è di 1.032 € al mese nella seguente località: Italia. 43 stipendi indicati. Data di aggiornamento: 11 maggio 2024. Questa informazione è utile?

  21. Aprire un tour operator: tutto quello che devi sapere

    APRIRE UN TOUR OPERATOR: UN'IDEA VINCENTE. L'amore per i viaggi è una vera e propria passione che può trasformarsi in un lavoro. Infatti molte persone sognano di aprire un tour operator e di mettere a disposizione le proprie competenze acquisite sul campo. Il desiderio è quello di organizzare vacanze e trasferte per gli altri, di aiutarli a realizzare i propri sogni, di fare il viaggio ...